The news is by your side.

Reporter della Tua Città/ “Peccato per le spiagge libere sporche”

13

Egregio Direttore, solo trenta secondi per sottolinearLe le spiagge libere sporche. All’imbarco per le Tremiti sono venuto a conoscenza della possibilità di scrivere alla Vostra rubrica online. Peccato per questi “pugni negli occhi”. Le rimetto succintamente, senza polemizzare, il testo delle disposizioni emanate dalla Vostra Regione sulla balneazione. Bella Vieste. Ci torneremo nella speranza di ritrovarla più ordinata. Buon lavoro.  

 

Disposizioni gene­rali contenute nell’ art. 1, in virtù delle quali l’apertura al pubblico per la balneazione: è consentita dal 10 maggio, sino al 30 settembre. Tutte le strutture, in ogni caso, sono tenute ad assicurare l’apertura dal quarto sa­bato di maggio alla seconda dome­nica di settembre. Durante questo periodo; è obbligatorio garantire il servizio di salvamento, mentre nelle spiagge libere dove esso non viene as­sicurato. Il Comune deve predisporre idonea segnaletica attestante la mancanza. Sempre l’art. 1 impone poi l’obbligo ai Comuni costieri di assicu­rare sulle spiagge libere igiene, pulizia e raccolta dei rifiuti; di rendere perfet­tamente fruibili gli accessi pubblici al mare, garantendo la costante pulizia per la loro regolare percorribilità; di predisporre le pedane amovibili per la concreta fruibilità delle spiagge da parte dei soggetti diversamente abili; di consentire l’accesso all’arenile ad intervalli non superiori a 150 metri; e di installare sufficienti ed idonei ser­vizi igienici e di primo soccorso. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright