The news is by your side.

Regione/ Gentile, ipotesi conferma

12

L’assessore, eletta all’Europarlamento, non decadrebbe subito. Il PD studia le leggi di Bruxelles. Longo (UDC): sanità: troppi tormenti. Matarozzo (UILP): ha operato bene. Da Bruxelles giungono no­tizie che, almeno al momento, al­lontanerebbero l’addio alla Puglia e alla giunta regionale in quanto assessore alle Politiche per la Sa­lute, neoeletta al Parlamento eu­ropeo, Elena Gentile. I tempi (trenta giorni) entro i quali dimet­tersi dal momento della proclama­zione degli eletti e che valgono per chi ha cariche istituzionali secon­do la legislazione italiana, non avrebbero analoga disciplina a li­vello europeo. Per i parlamentari europei, in definitiva, la decaden­za non scatterebbe immediata­mente. Secondo una lettura della legge, che nel Pd pugliese si va affermando, la Gentile potrebbe a questo punto anche restare asses­sore per i mesi che mancano alla fine della consigliatura. In attesa di capire se a prevalere sarà questa interpretazione della legge, il dibattito politico non – manca di registrare prese di po­sizione.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright