The news is by your side.

Giustizia civile, arriva il processo telematico

12

Da fine giugno stop al materiale Cartaceo. Cancellerie aperte solo per tre ore.

 

Tramonta – nei tribunali – l’epoca dei faldoni polverosi, e dei praticanti e delle segretarie degli studi legali alle prese con me e numeretti per chiedere gli «atti in copia», con tanto di marche, firme e timbri. Cala il sipario anche su fotocopiatrici, toner e risme di carta. E’ scattata l’ora della rivoluzione telematica nelle cancellerie dei palazzi di giu­stizia: da fine giugno parte infatti l’obbligo di depositare solo atti telematici. Il provvedimento che inaugura la nuova era della giustizia digitale licenziato dal Consiglio dei ministri – contiene una serie di norme per l’efficienza del processo civile telematico. Compresa la riorganizzazione degli orari delle cancellerie che potranno aprire al pubblico solo tre ore al giorno anzichè le cinque attuali. Il ministero della Giusti­zia informa e sottolinea che «il deposito telematico degli atti processuali nel settore ci­vile sarà obbligatorio a partire dal 30 giugno 2014, come previsto dall’art. 16-bis del DL 179/12, convertito dalla legge 221/2012». Ha una importanza strategica: sarà necessario, garantire "l’uniformità del servizio giustizia a tutti i cittadini" coin­volgendo «i tribunali di tutto il Paese». Tre gli obiettivi della riforma. Innanzitutto saranno velocizzate le procedure, eli­minando i tempi morti costituiti dai molteplici passaggi del fascicolo cartaceo. Si modernizzerà, inoltre, «l’approccio degli utenti al servizio giustizia, consentendo di accedere da remoto agli atti processuali e senza l’intermediazione del cancelliere, la cui professionalità potrà essere valorizzata in altri compiti a supporto all’attività del giudice. Non ci saranno più i disagi «dovuti alla soppressione di uffici in conseguenza della ri­forma della geografia giudiziaria, riducendo le attività per cui i professionisti devono recarsi personalmente in tribunale». 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright