Menu Chiudi

Vieste FilmFest oggi l’inaugurazione

Premio all’ideatore Carlo Nobile.

 

La città del "Pizzomunno" torna ad essere anche "città di cinema". Torna, infatti lo storico "ViesteFilmFestival", punto di riferimento nella pro­grammazione degli eventi dell’estate pugliese, la cui assenza, negli ultimi anni, si era partico­larmente fatta sentire. L’edizione del ritorno sarà alquanto innovativa e dedicata alla nuova commedia italiana. Ma, ca­rne da tradizione, avrà protagonisti registi e interpreti del nostro cinema. La kermesse è una delle pochissime realtà festivaliere, riuscita a ripartire Con il sostegno dell’assessorato al Turismo e Cul­tura di Vieste e 1’organizzatrice generale del festival, Terry Ab­battista della SoI’Eventi. Da que­sta nuova edizione è previsto il patrocinio di ApuliaFilmCommission. Oggi, giorno di apertura del Festival, si inaugurano due impor­tanti mostre. La prima è l’attesis­sima "Ritratto dì Anna", dedicata alla indimenticabile Anna Magnani. La seconda è un’accurata selezione di manifesti del grande cinema italiano dal primo dopo guerra ai nostri giorni. All’inter­no del Festival trova spazio nei giorni 16, 17 e 18 il progetto "Porte aperte alla fabbrica dei sogni", grazie al quale giovani appassio­nati cinefili, affiancati da affermati filmaker, potranno entrare nel vivo della realizzazione di Cortometraggi. I lavori saranno girati in tre set ambientati nella Roma imperiale, nel Medioevo e nel Far West, con le scenografie realizzate dagli studenti dell’ Accademia delle Belle Arti di Foggia. coordinati dai tutor Gagliardi e Ferrigno. Le scenografie, nel rispetto rigoroso di ambienti e costumi delle rispet­tive epoche, vedranno la presenza di validissimi stuntmen e l’utilizzo accurato di effetti speciali. Sui set oltre alla presenza di attori pro­fessionisti, verranno impiegati figuranti selezionati tramite i ca­sting svolti prima dell’inizio delle riprese. In ciascuna delle serate condotte da Francesca Rettondini, verranno presentati i lavori realizzati all’interno dei laboratori del "Porte aperte alla fabbrica dei sogni". Il 20 e 21 luglio, invece, sarà la volta del workshop "La ricetta della nuova commedia italiana". I patecipanti (25 tra giovani attori, registi, sceneggiatori e montatori) con l’ausilio di due docenti d’ec­cezione,la casting director Marita D’Elia e il regista Paolo Genovese, compiranno un’interessante rico­gnizione in questo specialissimo mondo della commedia italiana. Dal 19 al 25 luglio, si entrerà nel vivo della rassegna cinematogra­fica dedicata appunto, alla nuova commedia italiana. Ogni sera pri­ma della proiezione nell’anfiteatro Adriatico, il pubblico potrà incon­trare il regista e i protagonisti del­la pellicola. Cinema sotto le stelle nella splenda location della Marina piccola, con 10 schermo posto alla riva del mare, in una atmo­sfera davvero magica che tutti; ospiti e residenti, potranno, gra­tuitamente, vivere sera dopo sera.

Le proiezioni

Attesi Genovese, Grimalda, Vanzina i Manetti Bros e Elena Di Cioccio
Questo il calendario delle proiezioni: 19 lu­glio "La gente che sta bene", ospite l’attrice Emanuela Grimalda.
20 luglio "Tutta colpa di Freud", ospite il regista Paolo Genovese.
21 luglio "Un matrimo­nio da favola", ospite il regista Enrico Vanzina
22 luglio "Song e’ Napu­le’, ospiti i registi Manet­ti Bros
23 luglio "Pane e Burle­sque", ospite la regista Manuela Tempesta.
24 luglio "Maldamore", ospite l’attrice Eleonora Ivone e lo sceneggiato­re Massimo Sgorbani
25 luglio "Ci vorrebbe un miracolo" ospiti il re­gista Davide Minnella e gli attori Elena di Cioc­cio e Gianluca Sportelli.

L’appuntamento finale del Festival sarà con l’assegnazione del pre­stigioso Premio "Carlo Nobile", dedicato alla memoria del fondatore del Festival, riconosci­mento assegnato nelle precedenti edizioni a re­gisti del calibro di Ser­gio Rubini e Giuseppe Piccioni.

Gianni Sollitto