The news is by your side.

Regione/ Gatta (FI): danni al comparto balneare per le condizioni meteo-l’interrogazione-

26

Premesso che:

 

·    il turismo balneare rappresenta l’ossatura  dell’intero comparto del turismo regionale;
·    il maltempo che ha imperversato, con temporali, piogge e vento forte, durante i mesi di giugno e luglio, e che continua a contrassegnare negativamente la stagione estiva anche nel corrente mese di agosto, sta incidendo negativamente sul buon andamento dell’economia turistica balneare pugliese e sul suo indotto (commercio, artigianato et similia);
·    in particolare: a giugno, tra 5 week end, 4 sono stati funestati dal maltempo (anche il “ponte” de 2 giugno che non è stato dei migliori ); a luglio, su 4 fine settimana, ben 3 sono stati caratterizzati da pioggia e vento;
§     La situazione delle giornate infrasettimanali non è stata assolutamente da meno: anzi, oltre al prolungamento del maltempo, iniziato durante il fine settimana, si è registrato anche un abbassamento delle temperature, sensibilmente al di sotto della media stagionale;
§    L’avversità delle condizioni meteo-climatiche sta cagionando ingentissimi danni agli operatori economici delle località turistiche; infatti, numerosi sono i villeggianti che hanno anticipato il proprio rientro a casa, ed ancor più numerosi i turisti che hanno annullato le prenotazioni negli hotels, villaggi turistici, camping, strutture ricettive di vario genere, e lidi balneari;
§    solo per questi ultimi si stima un calo di circa il 45% di presenze in spiaggia, senza considerare il crollo degli incassi nelle strutture annesse agli stabilimenti balneari (bar, ristoranti, etc.).

Tanto premesso,

SI INTERROGA

IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE, ON. NIKI VENDOLA, L’ASSESSORE   AL BILANCIO E PATRIMONIO, DOTT. LEONARDO  DI GIOIA, E L’ASSESSORE AL TURISMO DR.SSA SILVIA GODELLI, PER SAPERE:

1)    Quali iniziative e/o provvidenze a favore dei gestori dei lidi e delle strutture turistiche pugliesi, i quali hanno subito ingenti danni economici a causa delle avversità meteo-climatiche che si sono registrate sul territorio pugliese, intendano porre in essere;
2)    Se non ritengano che debba essere applicata la legge 296 del 2006, che prevede l’abbattimento dei canoni fino al 50 per cento per i casi in cui eventi dannosi di eccezionale gravità comportino una minore utilizzazione dei beni in concessione;
3)    Se non ritengano sia il caso di applicare, ai soli giorni di produzione dei rifiuti, il pagamento degli oneri connessi, e quindi con esclusione del pagamento per i giorni in cui si sono verificate le giornate di maltempo con manifesta assenza di bagnati sulle spiagge.

                                F.to  Avv. Giandiego Gatta


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright