The news is by your side.

Umbra Forest Folk – Gargano porta di pace

10

La seconda edizione si terrà a Rignano Garganico, l’ 11 e 12 agosto. Si candida a diventare il festival delle musiche della pace, dell’accoglienza e della solidarieta’.

 

Dopo il grande successo (di pubblico, di contenuti musicali e culturali, di visibilità regionale e nazionale) della prima edizione tenutasi nella città di Manfredonia il 7 e 8 Marzo, l’obiettivo è sempre più quello di  candidare il Gargano a diventare capitale dell’accoglienza – della solidarietà e delle musiche della pace nel Mediterraneo.
Afferma il Direttore Artistico M° Michele Màngano …..dobbiamo trovare un comune dominatore. Questo è Gargano Porta di Pace, i comuni del Gargano uniti.
A questo punto, e con questa lusinghiera base di partenza, l’intenzione è quella di farlo crescere e inventare nuove opportunità e iniziative, confermando un’impostazione territoriale importante e unitaria.
Per la seconda edizione si è scelta uno dei paesi più piccoli e piu’ belli d’Italia Rignano Garganico, il progetto sarà quindi  di accrescere il livello artistico e culturale delle proposte musicali, invitando artisti sempre più importanti della scena italiana e internazionale legandosi maggiormente – con specifiche iniziative promozionali – alla vocazione turistica del Gargano.    Gargano Porta di Pace,  nato per proporre una serie di concerti di rilievo nazionale e internazionale, inseriti in un contesto importante dal punto di vista dei contenuti e della sua promozione.
Un festival musicale come porta aperta al confronto con altre realtà, come contributo per la crescita della cultura musicale della nostra area e come veicolo di promozione culturale e turistica della stessa.
    Gargano Porta di Pace  veicolo per i “suoni del mondo e dei popoli”, la contaminazione, il confronto fra tradizione e innovazione, il confine fra world music, jazz, rock,folk e musica colta. Un Festival delle Culture Musicali e delle Culture. Dell’intercultura come valore.
    Un festival che abbia una sua riconoscibile identità. La ricerca di un confronto musicale, e non solo, con le culture e le tradizioni “altre” che si stanno insediando anche nella nostra zona, attraverso l’immigrazione. La ricerca di occasioni di riflessione e di conoscenza, di laboratorio e di orientamento didattico. L’identificazione del progetto con la “Cultura della Pace”, attraverso scelte e iniziative orientate verso questo tema, oltre che verso la tolleranza e l’integrazione.
    In questo senso il Mediterraneo è il nostro punto di partenza e di arrivo. E’ una cultura, uno stato d’animo, una concezione del tempo e una relazione solidale tra i popoli. Un punto d’incontro fra Oriente e Occidente, anche oltre i suoi confini, oltre le coste che esso geograficamente bagna. Le musiche prodotte nei secoli dai suoi popoli sono una visione del mondo basata sullo scambio e la solidarietà. E’ un luogo del sapere che vuole e deve rivolgersi al mondo.     Gargano, luogo simbolo del Mediterraneo, crocevia di culture, intreccio di etnie, come testimoniano molti suoi monumenti e la sua storia passata e recente, celebra il legame della Puglia con la civiltà mediterranea……Gargano  confronto fra le culture, il rapporto fra tradizione e rinnovamento, le musiche migranti, seguendo il principio di capire le differenze, valorizzare le diversità, conoscere e riconoscere le proprie radici e le radici altrui.
Quindi il superamento dei tanti muri che la nostra civiltà tende a innalzare, muri geografici, fisici, ma anche muri mentali, culturali.
    Dall’osannata fine del Muro più celebre, laddove la libertà è un principio fondamentale si sono innalzate barriere ovunque, dal Marocco al Texas, da Israele alla Spagna, o di fronte ai quartieri più poveri e diseredati delle nostre metropoli. Ma ancora più pericolosi sono i muri interiori costruiti contro i diversi, contro gli altri da sé.
La riscoperta delle tradizioni, le tante tradizioni che valorizzano l’umanità, e il rispetto di esse, e il loro confronto, soprattutto sfruttando quel mezzo espressivo straordinario che è la musica, è uno degli esercizi migliori per abbattere tutti i muri.
Insomma: stiamo lavorando per fare di UMBRA FOREST FOLK – GARGANO PORTA DI PACE un appuntamento culturale (e nei suoi contenuti sociali) sempre più importante. Ma UMBRA FOREST FOLK – GARGANO, pur essendo una creazione e una realizzazione di Michele Mangano, appartiene alla comunità e alla Regione Puglia e alle amministrazioni comunali del Gargano : il loro contributo (non solo economico) è fondamentale. Farlo diventare un grande appuntamento garganico e pugliese è un opportunità da non perdere. E’ il momento di rilanciare il grande progetto di GARGANO PORTA DI PACE,di mettere mano ad un piano di rilancio  del Gargano in particolar modo che possa consentire di creare una  rete con tutti i comuni.
Questo è il Programma.

LUNEDI 11  AGOSTO:

"GARGANO PORTA DI PACE  RIGNANO IN FESTIVAL " CANTASTORIE, MUSICA FOLKLORISTICA ITINERANTE – ORE 19,00 
SFILATA PER LE VIE DEL CENTRO STORICO

MARTEDI 12   AGOSTO

"GARGANO PORTA DI PACE  RIGNANO IN FESTIVAL " CONCERTO di musica etnicafolk popolare e wolrd music.

PREMIO " BANDIERA DI PACE "
Ospiti: ALEXIAN SANTINO ENSEMBLE –  GIULIANO GABRIELE " melodeonìa " – BAOBAB AFRICA PERCUSSION -DANZANOVA FOLK – ARIACORTE.

DIREZIONE ARTISTICA  M° MICHELE MANGANO.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright