The news is by your side.

Rodi/ Don Michele Pio Cardone mobilita i cittadini “firmiamo per la chiesa del SS.Crocifisso!”

39

Procede senza sosta la raccolta di firme per candidare la Chiesa del SS.Crocifisso di Rodi Garganico a luogo del cuore FAI 2014.

 

Perchè entri nei primi classificati è importante la collaborazione di tutti attraverso il voto online o la propria firma.Maggiori voti e firme si avranno e maggiore sarà la possibilità di avere un importante contributo da parte del Fondo Ambiente Italiano per il restauro della prima parrocchia cittadina di Rodi Garganico,da anni chiusa al culto in attesa di lavori definitivi per una apertura della stessa .L’appello è stato accolto anche da don Michele Pio Cardone,Parroco della Chiesa Madre San Nicola di Mira e rettore della Chiesa del Crocifisso,che Domenica 10 Agosto durante le Sante  Messe delle 9.30,11.00 e 19.00 collaborerà a raccogliere le firme per contribuire all’iniziativa sponsorizzata dalla cooperativa sociale SS.Madonna della Libera quale comitato promotore che,con un impegno senza precedenti per la storia della nostra cittadina,ha finora raccolto diverse centinaia di adesioni.La partecipazione al censimento è completamente gratuita ed è aperta a tutti-italiani e non,minorenni e maggiorenni-e la segnalazione può essere fatta semplicemente apponendo una firma sui moduli appositamente predisposti e disponibili anche presso l’ufficio turistico di Palazzo di Città. E’ importante mobilitarsi per coinvolgere parenti ,amici e conoscenti che condividonoi lo stesso amore per Rodi Garganico per raccogliere più segnalazioni possibili,anche valicando i confini nazionali:quante più persone si mobilitano spontaneamente per un luogo,infatti,tanto più il FAI può agire nel concreto per dare seguito alla segnalazione,sollecitando le istituzioni locali e nazionali competenti affinchè mettano a disposizione le forze necessarie per salvaguardarlo o inetervenendo direttamente ,quando possibile,nel suo recupero.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright