The news is by your side.

Scontro Gino Lisa – Ryanair: la parola all´assessore Di Gioia

11

Strascichi avvelenati per la questione Ryanair – Gino Lisa che ha tenuto banco nell’ultimo scorcio d’estate.  Lo scalo dauno, ormai lanciato verso il completamento dell’iter burocratico per l’aggiudicazione dei lavori di allungamento della pista, fa i conti con un nuovo tormentone dagli esiti tutt’altro che scontati. E mentre c’è chi punta il dito contro il vettore irlandese, attribuendo colpe anche ad Aeroporti di Puglia, c’è chi invece ritiene che John Alborante, il responsabile commerciale che ha dichiarato di non conoscere la pista foggiana, possa legittimamente non essere informato sulla geografia degli scali pugliesi. Si tratta dell’assessore regionale al Bilancio, Leo Di Gioia, che inoltre precisa: "gli standard della pista del Gino Lisa non rientrano tra quelli richiesti dalla Ryanair per atterrare con i suoi velivoli ed è possibile che anche dopo i lavori sia difficile far atterrare un Boeing 737 al Gino Lisa. In ogni caso, ha ribadito l’assessore al Bilancio, stiamo lavorando affinché anche Foggia conquisti gli standard necessari all’attivazione di un piano di marketing territoriale che ne rilanci le peculiarità turistiche." Di Gioia difende a spada tratta l’operato della Regione e sottolinea che negli ultimi mesi ha lavorato duramente per accelerare le procedure che riguardano lo scalo dauno, "basti pensare, dice, che il finanziamento per i lavori è stato messo in sicurezza, a differenza di tanti altri finanziamenti dell’Ente che non lo sono perché non sono state espletate tutte le procedure" L’aggiudicazione provvisoria dei lavori di allungamento ha di sicuro ha dato una importante sferzata al lento progetto di rilancio, ma su alcuni fronti è ancora necessario attendere. Restano, infatti, in stand-by le questioni VIA e Aiuti di Stato: se arrivassero entrambi i pareri favorevoli entro il mese di settembre, fanno sapere da AdP, si potrebbe procedere alla cantierizzazione dei lavori già a gennaio 2015. Su questo Di Gioia non perde l’ottimismo, ma sottolinea: "attendiamo in modo vigile"


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright