The news is by your side.

Sempre la solita TeKnosevice. Un altro problema per Vico

36

E’ inutile, la Teknoservice lontano dalle cronache non sa proprio starci.

 

La società che gestisce la rac­colta dei rifiuti a Vico del Gar­gano, Peschici, Lesina e San Nicandro Garganico torna a far parlare di sé dopo i fastidi inizio estate. Molti ricorderanno lo sver­samento di rifiuti – docu­mentato anche con un video amatoriale – av­venuto nel mare di san Me­naio o il sequestro di un sito di conferimento di rifiuti a Vico che ha causato non po­chi danni alla popolazione del borgo garganico, oltre a diversi problemi causati tra Peschici – dove il sindaco Franco Tavaglione ha sospe­so i pagamenti -, San Nican­dro e Marina di Lesina, piene di immondizia in estate. E di un altro sequestro si tor­na a parlare. Nella mattinata di lunedì scorso, a Vico si so­no recati diversi uomini del­la Guardia di Finanza e dell’ Arpa. l’Agenzia Regionale per la Prevenzione e la Prote­zione dell’Ambiente, che hanno messo sotto torchio i pc del Municipio per con­trollare alcuni documenti inerenti proprio il servizio offerto dalla ditta di Possia­sco, della provincia di Torino, prima di mettere i sigilli ad un sito in cui venivano con­feriti i rifiuti raccolti porta a porta a Vico, San Menaio e Calenella prima di essere spediti alla discarica di Ceri­gnola. Insomma, un nuovo seque­stro per la Teknoservice, che fa il paio con quello di metà luglio, quando furono però i Carabinieri ad eseguire l’operazione. In questo nuovo caso, però, pare che a muoversi sia stata direttamente la Procura di Foggia, che ha chiesto ai tec­nici dell’Arpa di effettuare un carotaggio nei pressi del sito di conferimento dei rifiuti in quanto pare ci fossero degli sversamenti di liquidi che passavano sotto il cancello d’entrata del capannone e finiva­no dritti dritti nel terreno ac­canto. Conferma dell’avvenuto controllo da parte delle Fiamme Gialle e dell’Arpa ci arriva direttamente da alcuni tecnici dell’ ente regionale che fanno sapere: "Sì, sono state effettuate del­le analisi e a breve avremo dei risultati. Non abbiamo an­cora idea di cosa potrà uscire fuori da quei riscontri a tem­po debito sapremo dare no­tizie certe in merito". Ad occuparsi delle verifiche effettuate in quel di Vico è stato Giovanni Napolitano, dirigente dei servizi territo­riali dell’ Arpa di Foggia. E, con anche il secondo sito sequestrato, dove si vanno a depositare i rifiuti prima che vengano caricati in viaggio verso Cerignola? Per il momento, le buste di immondi­zia dei vichesi vengono ap­poggiate in un terreno di fronte il cimitero cittadino. Ad ogni modo, il nuovo caso che travolge completamente la Teknoservice apre nuovi scenari e altri interrogativi sull’affaire monnezza tanto a Vico del Gargano quanto ne­gli altri centri del Parco in cui la ditta torinese opera non senza qualche critica: con­viene ancora affidarsi ad una ‘società che opera non secondo quelli che sono i criteri stabiliti nei contratti di ap­palto ? A Vico, nello specifico, il pri­mo cittadino, Michele Se­mentino, aveva dato man­dato al capo dell’Ufficio Tecnico Comunale, Luigi Troso, di avviare le procedure per la risoluzione del contratto di appalto per la gestione della nettezza urbana per danno; a Peschici, invece, il sindaco aveva fatto sapere di aver so­speso l’erogazione dei paga­menti alla ditta, ma di pagare “direttamente i dipendenti in quanto padri di famiglia che, coi pochi mezzi a disposizione, offrono comunque un dignitoso servizio"; a San , Nicandro, ogni mese l’amministrazione di Pier Paolo Gualano sottrae diecimila euro al bonifico in favore del­la Teknoservice per diverse mancanze della ditta; a Lesina, per concludere, la situa­zione non è migliore: Marina è stata poco pulita e som­mersa dai rifiuti per tutto il periodo estivo, e, oggi, ci so­no ancora notevoli problemi legati alla raccolta dei sac­chetti. Oggi, alle tante colpe della ditta va a sommarsi anche questo nuovo sequestro. E’ (forse) ora che gli ammini­stratori si guardino intorno.

G. F. Ciccomascolo
L’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright