The news is by your side.

Eccellenza – La Libertas Molfetta espugna Vieste in Coppa Italia

5

Nella giornata in cui il fattore campo è stato completamente annullato, non fa sconti il “Riccardo Spina” che fa da palcoscenico alla vittoria della Libertas Molfetta nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia. 

Un Atletico Vieste brutto come più non si può, oppone ben poca resistenza ad una Libertas Molfetta che, seppur non convincendo a pieno, si è fatta apprezzare per la compattezza difensiva e per gli spunti individuali di alcuni suoi giocatori.

La partita non  riservava emozioni fino al primo gol giunto al 22mo del primo tempo grazie ad un colpo di testa ad incrociare di Cesareo che mandava in fondo alla rete un cross dalla destra dell’irrefrenabile Lanave. Tre minuti e l’Atletico perveniva al pareggio: discesa del baby De Carlo e traversone su cui andavano tutti a vuoto tranne il molfettese Muciaccia che, nel tentativo di mettere in corner, mandava la sfera nella propria rete.

La doppia segnatura svegliava la partita che riservava una palla gol per parte nei minuti successivi: prima Cesareo si presentava al cospetto di Tucci ma mandava clamorosamente fuori, e poi uno schema da calcio d’angolo non si concretizzava perché ben due giocatori viestani  non riuscivano a dare la zampata vincente dall’interno dell’area piccola. Un tiro alto di Salerno su fallo laterale di Sollitto poco dopo la mezz’ora e una girata di Quaresimale ribattuta da Musacco chiudevano il primo tempo.

Nella ripresa l’allenatore (oltre che presidente) della Libertas Mauro Lanza cambiava la coppia di attaccanti sostituendo Cesareo e Turitto con Vitale e Sallustio, ed i due giocatori lo premiavano confezionando la rete del successo: sul lancio dalle retrovie molfettesi, un errato disimpegno della difesa locale permetteva a Vitale di servire in profondità Sallustio che trafiggeva in diagonale Tucci. Il portiere viestano era stato bravo qualche minuto prima a sventare con i piedi una azione gemella a quella che ha permesso al Molfetta di aggiudicarsi gara-1.

Le sfuriate (nemmeno tanto convinte) dei viestani non portavano ad alcuna azione di rilievo, così come gli ingressi di Rubino e Triggiani per Cesar e Salerno. Massimo Olivieri ha a disposizione meno di 72 ore per motivare il suo gruppo in vista della gara di campionato che, ironia della sorte, rivedrà le due squadre contrapporsi sullo stesso terreno di gioco.  Nulla è deciso per il passaggio del turno: l’Atletico potrà tentare l’impresa il prossimo 23 ottobre, ricordando la semifinale di ritorno disputata lo scorso campionato quando espugnò il Poli ai calci di rigore.

Sandro Siena

Atletico Vieste – Libertas Molfetta 1-2

Atletico Vieste: Tucci, Augelli P. De Carlo, Cesar (31st Rubino), Sollitto, Camasta, Augelli R., Di Carlo, Salerno (31st Triggiani), Colella, Quaresimale. A disposizione Liocco, Mandorino, Silvestri, Tedesco, De Luca. Allenatore Massimo Olivieri

Libertas Molfetta: Musacco, Calefato, Muciaccia, Dentamaro, Grazioso, De Ceglia, Ferri (8st Civita), Cantatore, Cesareo (16st Vitale), Turitto (13st Sallustio), Lanave. A disposizione Serrano, Barone, De Gennaro, Giovine. Allenatore Mauro Lanza

Arbitro Matteo Antonio Lillo di Brindisi, assistenti Giuseppe Pavone e Pasquale Vitobello di Barletta

Reti: 22pt Cesareo (LM), 25pt aut. Muciaccia (AV), 25st Sallustio (LM)

 

Ammoniti: De Carlo, Augelli R. (AV), Grazioso (LM)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright