The news is by your side.

Il Teatro Giordano riparte dal Maestro Riccardo Muti

11

Il sindaco Landella avrebbe voluto annunciarlo in modo ufficiale, ma la notizia è arrivata prima, con il previsto effetto dirompente.  Il maestro Riccardo Muti inaugurerà la stagione teatrale del Teatro Giordano il prossimo 10 dicembre. Sorride compiaciuto il sindaco Landella che, ammette, sapevo tutto, ma avevo programmato una sorpresa. E allora la tappa foggiana del Maestro Muti avrà un sapore speciale per i foggiani che in quell’occasione potranno festeggiare la riapertura del prezioso contenitore culturale che svetta tra le classifiche dei più bei teatri del Sud Italia. Dunque, questa volta è davvero tutto pronto. Lavori ultimati, non resta che portare a termine le rifiniture e sembrano ormai lontani i tempi delle controversie tra l’Amministrazione e la ditta  Ra.Co. srl a cui erano stati affidati i lavori di restauro e ristrutturazione, o le vicende legate all’agibilità del teatro, all’impianto antincendio e alla posizione della cabina elettrica che ha ora trovato pace nel piazzale del parcheggio della Maddalena. Tutto questo rappresenta un brutto ricordo perché la commissione di vigilanza per le attività sportive e culturali si riunirà la settimana prossima per certificare l’agibilità definitiva del teatro. Nel corso del rush finale prima della riapertura il Comune ha concentrato i lavori sull’impiantistica antincendio, sulla controsoffittatura dei palchi, non ancora ignifuga, e sullo spostamento del gruppo elettrogeno accanto alla cabina elettrica alla Maddalena. Ora il conto alla rovescia è partito, tra due mesi si inaugura e poi, prenderà il via una stagione su cui ancora per il momento l’assessore alla Cultura, Anna Paola Giuliani, mantiene il più stretto riserbo:  a parte l’annunciato Re Lear del direttore artistico Michele Placido il cartellone è ancora in divenire. Non resta a questo punto che attendere che il sipario del Giordano torni nuovamente ad alzarsi su quella che cittadinanza e Amministrazione sperano possa essere una nuova pagina per la vita culturale della città.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright