The news is by your side.

Basket Serie C/ Bisanum Viaggi Vieste – Olimpica Cerignola 73 – 68

2

Match dalle mille emozioni e oscillazioni, ma alla fine festa d’esordio è stata….che fatica!

 

Sembra ufficiale: da ieri sera cambia tutto in casa Sunshine. Nuovi obiettivi, nuove sfide, nuovi problemi.E tutto questo coincide con la partita di esordio in C2. A Vieste esordiva la Olimpica Cerignola, squadra che in estate non doveva essere  destinatata ad un campionato di vertice, ma che invece a nastri di partenza  è apparsa un’ottima squadra per la  categoria e che ha dato battaglia in maniera quasi estenuante ai ragazzi di Desantis. Ma alla fine festa d’esordio è stata, seppur giunta al termine di un match dalle mille emozioni e oscillazioni di risultato.

Tra gli ospiti il grande assente di giornata era l’americano Panaggio,che in attesa del transfer per giocare in Italia si accomoda in tribuna insieme al Coach ofantino Russo costretto a guardare i suoi a distanza per scontare la squalifica risalente all’ultima giornata della scorsa stagione dove venne espulso dagli arbitri e  sostituito in panchina dal giocatore Altamura per l’occasione sostituto, indisponibile per il campo e prestato al ruolo di allenatore per una giornata.
In casa Bisanum salta la prima capitan Devita, fermato ai blocchi di partenza da noie muscolari. Grande curiosità per i nuovi e grande entusiasmo per le conferme, Neal su tutti.
Il primo canestro è di marca ospite, subito rintuzzato da Neal che ruba palla e appoggia solitario a canestro. Sembrano le avvisaglie di un match scoppiettante e invece Cerignola impone un break mostruoso di 14-0: Vieste paga forse l’emozione, ma è troppo brutta per essere vera. Guede litiga col ferro da ogni posizione e il resto della squadra sembra non sapere cosa fare con la palla in mano. Sul 16-2 è ancora Neal a spezzare l’incantesimo e a ruota trovano il canestro anche Sirena e Mirando. Gli ospiti si fermano e quando Neal in equilibrio più che precario trova sulla sirena il canestro dall’arco, il palazzetto torna a respirare e a rivedere le stelle. Controparziale di 12-2 e Sunshine che chiude il quarto sotto di quattro: 14-18.
Il secondo quarto appare subito più scoppiettante e incerto del primo. Protagonisti del parziale sono Castoro per gli ospiti, chirurgico nel suo approccio al tiro, e Sirena con i suoi nervi saldi. Si sblocca anche Williams, in ombra nei primi minuti. La partita è emozionante con Vieste che sembra in grado di riprendere gli ospiti e gli ospiti che si ritrovano sempre avanti di un possesso. Ma l’aggancio arriva prima dell’intervallo ed è ovviamente Neal a realizzarlo, coadiuvato da Williams che prende un pallo e dalla spazzatura e lo trasforma in assist. Neal è in trance agonistica e mette altri due canestri prima della sirena lunga: la fine del quarto arriva troppo presto, interrompendo l’inerzia targata Sunshine. All’intervallo è 36-32 e finalmente si vedono sprazzi di spettacolo e intensità.
Al rientro in campo è ancora Neal, ma stavolta l’Olimpica non sta a guardare: Padalino, Truvillon e l’ex Vuovolo confezionano il nuovo sorpasso ospite. Ma la partita si è fatta infuocata e bellissima e Sirena, Neal e finalmente Guede, confezionano il controsorpasso Sunshine al quale contribuisce un Monacis che cresce minuto dopo minuto e giganteggia al rimbalzo. Ma che purtroppo arriva al quinto fallo con largo anticipo: la sua uscita pesa non poco e Cerignola a fine quarto rimette la testa avanti, seppur di una sola lunghezza: 50-51 e tutto da decidere negli ultimi dieci minuti.
I primi due però trascorrono senza canestri. Poi è Truvillon a portare gli ospiti sul più tre. Ma Vieste ha Neal e fortunatamente anche il resto del quintetto comincia a girare alla grande: Williams ci mette i chili, Mirando la disciplina e un canestro impossibile allo scadere dei ventiquattro secondi e Guede i punti. La Sunshinesembra aver piazzato il break decisivo, portandosi a più dieci a meno di duecento secondi dalla fine. Ma non sarebbe basket se non fosse imprevedibile: in poco più di un minuto l’Olimpica si riporta a meno tre e palla in mano. Il terrore sugli spalti è che una vittoria ormai acquisita possa venire scippata per inesperienza escarsa attitudine a gestire il vantaggio: e invece una tripla di Sirena e un canestro da sotto di Guede riportano Vieste avanti di otto. Non basta: l’impavido Padalino dalla lunetta e Truvillon fanno sudare freddo coach Desantis e con lui tutti i tifosi, ma è un attimo: una cavalcata di Neal finisce col canestro e il successivo attacco ospite con la palla sul ferro. I secondi scorrono e Neal sfugge come un folletto ai falli strategici della difesa ofantina. Finisce con una vittoria. Buona la prima, ma che fatica! Dopo un inizio choc la squadra ha cominciato a prendere forma col passare dei minuti: attorno allo stratosferico Neal (un "crack" anche per la serie C) e all’ottimo Sirena sono cresciuti anche Williams, Mirando e Guede e l’impressione è che col passare del tempo l’alchimia all’interno del gruppo possa solo crescere. Quale è la vera forza della Bisanum? Tra sette giorni c’è la trasferta di Santeramo in colle. Al fischio finale sapremo quale sarà l’orizzonte da scrutare.

PARZIALI:14-18 /  22-14 / 14-19 / 23-17

Bisanum Viaggi Vieste : Mirando 8, Neal 33, Williams 7, Guede 10, Monacis, Lauriola, Sirena 15, Castriotta. N.E. Vecera, Pietrafesa.

Olimpica Cerignola: Castoro 17, Padalino 9, Russo, Vuovolo 9, Visaggio 8, Truvillon 14, Colapietro 11,N.E.  Vigliotti, Angeramo Altamura.    

CLASSIFICA

Bawer Altamura 2

New Basket 99 Lecce 2

Adria Bari 2

Webbin Manfredonia 2

Valentino Castella­neta 2

BisanumVieste 2

Diamond Foggia 2;

In­victa Brindisi 0

Fertech Cerignola 0

Basket Fasa­no 0

Tecnoswitch Ruvo 0

Angiulli Bari 0

Cestistica Barletta 0
 

Murgia Santeramo 0

 

I RISULTATI DELLA 1° GIORNATA

Bisanum Viaggi Vieste -Cerignola   73 – 68

Altamura – Santeramo                   89 – 58

Fasano -Manfredonia                    64 – 75   

Adria Bari – Angiulli Bari                61 – 45

Castellaneta-Ruvo di Puglia          74 – 65

Nbl Lecce – Barletta                      83 – 54

Foggia – Invicta Brindisi                67 – 66

 

PROSSIMO TURNO:

Santeramo – Bisanum Viaggi Vieste

Barletta – Foggia

Manfredonia – Altamura

Cerignola – Adria Bari

Invicta Brindisi – Castellaneta

Ruvo di Puglia – Fasano   

Angiulli Bari – Nbl Lecce
 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright