The news is by your side.

Farina si dimette da portavoce provinciale di Fratelli d´Italia -Alleanza nazionale

3

Domenico Farina si dimette da portavoce provinciale di Fratelli d’Italia -Alleanza nazionale.  “Ho appreso con stupore e con rammarico che alcuni amministratori locali di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale si sono recati a votare per le elezioni provinciali tenutesi domenica scorsa in spregio ad un preciso deliberato adottato all’unanimità dal coordinamento provinciale del partito, nell’occasione allargato ai portavoce cittadini ed agli stessi amministratori di FDI-AN”. Si dice così rammaricato Farina per la violazione di una decisione assunta all’unanimità dal partito e “per la miopia con la quale i nostri consiglieri hanno nella sostanza avallato il comportamento tenuto da Forza Italia in occasione della presentazione delle liste per le provinciali”.

“Con FDI-AN era stato raggiunto un accordo politico – spiega Farina – che prevedeva l’adesione del partito alla coalizione e la candidatura di Filippo Minelli, in quota FDI, nella lista di Forza Italia”. Ma tale patto è stato “disatteso da Forza Italia che con un colpo di ‘bianchetto’ ha depennato il nome di Minelli per inserire un suo anonimo consigliere”.  
L’ex portavoce provinciale del partito di Giorgia Meloni, fa sapere che respinge “ogni tentativo strumentale di addossare a noi la responsabilità della mancata elezione di Landella, che avrebbe comunque perso anche se i due consiglieri di FDI fossero andati a votare, e prendo doverosamente atto che la decisione unanime del partito è stata incomprensibilmente e deliberatamente disattesa”. "Prendo atto, altresì, che al momento non esiste una linea politica e, quindi, non esiste un partito e ne traggo le debite conclusioni”.
Rassegna le sue dimissioni Farina  “non potendo continuare a rappresentare un gruppo di dirigenti che  vuole utilizzar il partito senza rispettarne le regole”. Nelle mani del coordinatore regionale Marcello Gemmato l’incarico di portavoce provinciale di FDI-AN.
“Mi dimetto, dunque, non perché Landella ha perso (ci mancherebbe), ma perché i miei hanno disatteso una decisione collegiale”, conclude Domenico Farina.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright