The news is by your side.

Il Gino Lisa rientrerà nel piano Lupi solo se rispetterà i parametri.

5

Interrogazione dell´on. Di Gioia.

 

Il Gino Lisa potrebbe essere in futuro reinserito nel  piano strategico nazionale degli aeroporti. Questa in sintesi la risposta che il ministro per i Trasporti e le Infrastrutture, Maurizio Lupi, ha dato all’interrogazione dell’onorevole foggiano, Lello Di Gioia, che questa mattina durante in question time alla Camera lo ha invitato a esprimersi in merito alle iniziative per il rilancio infrastrutturale della Capitanata, con particolare riferimento allo scalo dauno. Ovviamente tra i parametri che, stando a quanto ha dichiarato Lupi, potrebbero riaprire le maglie del piano, ci sono l’allungamento della pista e un rilancio del traffico aereo, anche charter. Il criterio del piano, ha precisato Lupi, non è statico, ma dinamico, ecco perché se l’aeroporto di Foggia rientrerà nei criteri stabiliti, potrà essere nuovamente inserito tra gli scali di interesse nazionale. Il ministro Lupi ha sottolineato che quando un aeroporto ha una sua classificazione, non è una diminuzione, è per questo che tutti gli attori coinvolti devono lavorare insieme per far sì che ogni scalo abbia una sua vocazione in modo da distribuire in modo ponderato gli investimenti su un territorio, come quello della Puglia, su cui ce ne sono ben quattro. Caustica la replica di Di Gioia che ha chiesto a Lupi  come potrà il Gino Lisa competere con gli altri se si tagliano i fondi, non si rilascia la Valutazione d’Impatto Ambientale e si sceglie per la ripresa dei voli una società di brokeraggio. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright