The news is by your side.

Vieste/ Rischio licenziamenti alla « Turati» via medici, infermieri e inservienti

6

Dopo la chiusura della Casa di cura Daunia potrebbero andare a casa in 15.

 

Rischio licenziamento per quindici dipendenti della fon­dazione "Filippo Turati" di Vieste che, com’è noto, si occupa anzitutto della riabilitazione psico-motoria e poi anche della cura a degenti in situazioni post operatorie. Più che di rischio si tratterebbe di certezza, atteso che il consiglio di amministrazione, presieduto da Ni­cola Cariglia, fratello del defunto se­natore Antonio (già segretario na­zionale del Psdi, viestano di nascita e fondatore della struttura sanitaria), avrebbe deciso sulla interruzione del rapporto di lavoro con i 15 dipen­denti, tra medici, infermieri,ope­ratori sanitari, inservienti. Questo all’indomani della ormai certa chiu­sura- della casa di cura "Daunia", posta all’interno del complesso, sito in località. "Macchia di Mauro", e decretata dalla Regione per via del riordino sanitario. Con la chiusura della casa di cura, tra l"altro unica nel suo genere in tutto il compren­sorio del Gargano Nord e utilizzata da pazienti provenienti da tutta la provincia, saranno soppressi trenta posti letto. Posti che, però, la fon­dazione Turati recupererebbe poi­ché, in sede di contrattazione con la Regione, si sarebbe deciso di am­pliare il reparto di riabilitazione psi­comotoria, portandolo da trenta a sessanta posti letto. Non solo. Stante agli accordi raggiunti, pare che la Fondazione dovrebbe acquisire ul­teriori trenta posti ‘letto nella co­siddetta "residenza socio sanitaria Rssa" (già in parte utilizzata da anziani con versamento di retta men­sile). Questi ulteriori posti letto do­vrebbero essere utilizzati per la cura di pazienti con disabilità grave, con ‘ spesa a carico del servizio sanitario nazionale. Alla luce di ciò, i sindacati contestano la decisione dei vertici della Turati, sostenendo che il personale della casa di cura in via di chiusura potrebbe essere utilizzato nel reparto di riabilitazione con il raddoppio dei posti letto. Si è aperta una vertenza che ha visto di fronte Fondazione e sindacati che, in prima istanza, avevano raggiunto il risultato di veder bloc­cati i licenziamenti. Ma, è notizia delle ultime ore, sembra certo che dalla presidenza della Turati sia giunta perentoria la comunicazione che entro la settimana prossima si darà corso ai licenziamenti. Non si sa quali lavoratori saranno mesi fuo­ri organico, ma le preoccupazioni sono tante considerato il particolare periodo di crisi, di qui la richiesta di intervento, rivolta alle istituzioni, perché si facciano promotrici di ini­ziative atte a scongiurare i licen­ziamenti e ricercare una soluzione condivisa. I sindacati, da quel che è dato sapere, promuoveranno nelle prossime ore adeguate forme di lotta perché vengano salvaguardati i posti di lavoro che riguardano dipendenti non solo di Vieste ma anche di altri centri del Gargano, i quali hanno svolto sempre la propria attività con professionalità e responsabilità. Non è escluso che si possa tenere ili set­timana un ulteriore incontro tra le parti, per tentare di salvare il sal­vabile.

Gianni Sollitto

——————————————————————————————————————–

informazione pubblicitaria/ PARAFARMACIA SANTA MARIA – Le promozioni autunno-inverno

Comincia l’autunno e partono le imperdibili promozioni della PARAFARMACIA SANTA MARIA
Vieni a scoprire le nostre OFFERTE SPECIALI sui marchi: AVENE, GALENIC, SAUGELLA CURADENT e SUAVINEX!

SPECIALE PREVENZIONE 2014:
–    Malattie stagionali con RIMEDI NATURALI OMEOPATICI e FITOTERAPICI;
–    NOVITA’ –  SERVIZIO DI AUTO-ANALISI: disponibili controlli su GLICEMIA, TRIGLICERIDI, COLESTEROLO (TOTALE e HDL), CREATININA, ACIDO URICO, GOT, GGT e GPT.

Promozioni e servizi validi a partire dal 1° Novembre 2014

————————————————————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright