The news is by your side.

Mattinata/ Il presidente del Coni boccia la “Gargano Running Week”

8

E invita gli organizzatori a documentare e giustificare le spese.

 

A tre settimane dalla «Gargano Running Week», svoltasi a Mattinata dal 10 al 12 ottobre e finanziata per circa 250 mila euro da Pugliapromozione, Regione Puglia e Comune di Mat­tinata, si discute ancora sulla ma­nifestazione, sulla sua riuscita, sulle prospettive future. «La Gar­gano Running Week è stata un suc­cesso e come tale dovrebbe essere percepita»: Michele Granatiero, presidente del Consorzio turistico Gargano Incoming, interviene sottolineando i risultati positivi della manifestazione: «Accanto all’incontrovertibile successo sportivo che l’evento ha generato, mi preme evidenziare l’altro aspetto, quello legato alla promo­zione del territorio, che è il vero tema dell’evento. L’edizione con­clusasi è stata quella zero. Si è partiti da un’idea e la sua con­cretizzazione ha permesso di rag­giungere già ottimi risultati, aprendo nuovi orizzonti che ac­crescere le potenzialità del siste­ma turistico garganico. Ad oggi, in un mercato turistico sempre più indifferenziato, è quanto mai necessario riuscire a distinguere il proprio prodotto e la propria offerta affinandogli i contorni e rendendolo immediatamente per­cepibile dal target che si è scelto. La Gargano Running e tutto ciò che le orbita attorno è andata proprio in questa direzione. I dati concreti, quelli che chi come me vive il territorio ed ha potuto constatare con mano gli effetti dell’evento sportivo, raccontano di una desti­nazione più matura, con attori tu­ristici più consapevoli, con una rete sentieristica ripristinata e migliorie che verranno ancora apportate, con la possibilità di offrire dei servizi sul territorio di cui pri­ma non disponevamo (mappature gps di percorsi, segnaletica sugli stessi)». Di diverso parere il presidente­ regionali del Coni Elio Sannicandro. «Il partner per questa "fantasmagoria promozional" indivi­duata nella cosiddetta "Gargano Running Week"» lamenta «lo han­no trovato a Milano (come? in base a quale selezione meritocratica? vorremmo saperlo) in un soggetto di carattere commerciale scono­sciuto ai più e che non ha alcun riferimento in Puglia né risulta collegato con il mondo sportivo istituzionale italiano o europeo. I numeri, pubblicati sullo stesso si­to della Gargano Running Week, testimoniati dai partecipanti e dagli stessi giudici di gara (nostri tesserati) presenti alla manifesta­zione, sono scarsissimi: enormemente inferiori a tante altre ma­nifestazioni di running, trekking e orienteering organizzate da no­stre piccole società sportive (anche sul Gargano). Per il presidente del Coni «lo spreco di soldi si determina quan­do non vi è adeguata program­mazione ma soprattutto quando non si utilizzano le competenze necessarie e i soggetti istituzio­nali adeguati ed esperti in quel campo: un’agenzia pubblica di promozione turistica e un sogget­to commerciale non costituiscono una partnership idonea per poter organizzare un evento sportivo. A breve organizzeremo una confe­renza stampa, spero che la faccia anche Pugliapromozione, docu­mentando e giustificando le spese sostenute. Prima di doverlo fare alla Corte dei Conti».

Francesco Bisceglia 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright