The news is by your side.

Vieste/ « Voucher» Inps per aiutare i disoccupati, c’è il via libera

6

Saranno impegnati in lavori utili e nell’assistenza di anziani. La delibera adottata dalla giunta per cercare di dare una mano a chi si trova in difficoltà economiche.

 

Iniziativa del Comune per venire incontro alle esigenze dei disoccupati che si trovano in stato di bisogno. Introdotta una significativa ed importante novità nell’ ambito dei servizi sociali. La giunta comunale ha ap­provato, su proposta dell’assessore alle poli­tiche sociali Gaetano Zaffarano, una delibera che introduce l’uso di «voucher» per lavori di pubblica utilità a favore di soggetti in stato di bisogno, introducendo una modalità remune­rativa spedita, flessibile e utile anche a fini previdenziali, ed antinfortunistici. Si tratta della deliberà 154 che reca all’ oggetto «servizio sociale integrativo-lavoro occasionale di tipo accessorio, acquisto voucher Inps». «La crisi economica in atto» dice l’assessore Zaffarano «ha portato un crescente numero di cittadini a condizioni di indigenza e disagio sociale mai conosciute prima; con effetti deleteri sul piano delle risorse economiche di­sponibili per una vita dignitosa. Con l’intento di intervenire in favore di soggetti che versano in situazioni di bisogno economico, abbiamo ritenuto, in sostituzione del mero contributo economico, di avvalerci dei cosiddetti "vou­cher" Inps, organizzando attività lavorative di natura meramente occasionale per conto del Comune». Si tratta di lavori di piccola ma­nutenzione, servizi di accompagnamento e trasporti sociali, piccoli lavori di gestione del verde pubblico, attività di assistenza alla per­sona. «Si tratta di un provvedimento, adottato al momento in via sperimentale» aggiunge l’as­sessore Gaetano Zaffarano «che consentirà di passare gradualmente da un servizio sociale di tipo assistenziale ad un servizio sociale delle opportunità e della dignità della persona». Sempre in tema di politiche sociali, ancora su proposta dell’assessore Zaffarano, la giunta comunale ha approvato una delibera concer­nente il «Protocollo d’intesa tra il comune di Vieste e la Caritas interparrocchiale per la realizzazione di servizi indispensabili-essen­ziali per il territorio viestano». Obiettivo dell’accordo è di mettere in atto forme di col­laborazione e di sinergia, volte a realizzare un servizio coordinato che risponda alle crescenti difficoltà di tante famiglie e persone che vivono in condizioni di disagio socio-economico. Il documento, che verrà sot­toscritto nei prossimi giorni, ha lo scopo di formalizzare la nascita di una collaborazione proficua e rispettosa dei reciproci ruoli, per la quale è stato conferito, come base di partenza, un contributo pari ad 3.500 euro. «La lunga crisi eco­nomica attualmente in atto» commenta an­cora l’assessore Zaffarano «impone ai vari ope­ratori impegnati nel sociale, oltre che attivare delle vere e proprie economie di scala; a creare una rete di servizi ed interventi sul territorio a supporto delle persone e del­le famiglie in condizioni di indigenza ed emarginazione sociale. Per tale scopo riconascendo l’importanza della funzione svolta dalla Caritas interparrocchia­le di Vieste ho proposto l’adozione del protocollo».

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright