The news is by your side.

Basket/ La Bisanum Vieste c’è e si sente protagonista

6

La formazione veleggia nelle zone che contano della serie C.

 

Dopo il successo dello scorso anno, conclusosi con la vittoria dei playoff di serie D e l’accesso al massimo campionato regionale di C, la BisanumViaggi Vieste sembra non voler recitare il ruolo da matricola nella nuova serie. Dopo sei giornate, in con­comitanza con la vittoria casa­linga contro il Lecce di domenica scorsa, la "novellina" viestana, alla prima partecipazione assoluta al campionato di serie C, si ritrova al primo posto insieme alle grandi di questo campionato. Ottimo ruolino di marcia: cinque vittorie e una sola sconfitta, subita lontano dal fortino viestano chiamato" Òmnisport". La compagine allenata dal gio­vane coach Francesco Desantis adesso dovrà fare i conti con gli scontri diretti che, da domenica prossima e fino al 21 dicembre, caratterizzeranno ogni match dei garganici. Nell’ordine, gli avver­sari saranno Manfredonia e Brin­disi (fuori casa) e poi Adria Bari, Diamond Foggia e Libertas Al­tamura (in casa), tutte squadre che le fanno compagnia in alta classifica. Domenica prossima, dunque primo derby del Gargano con i cestisti viestani ospiti al Paladan­te ,della fortissima Webbin Man­fredonia, squadra esperta con gio­catori di valore assoluto. «Siamo primi – è vero – commenta coach Desantis – e non nascondo la gra­tificazione mia e dei ragazzi. Però, non bisogna sottovalutare il fatto che lo siamo insieme ad altre tre squadre di valore come Ce­rignola, Adria Bari e Altamura e subito tallonati da Manfredonia, Foggia, Castellaneta e Brindisi. Otto, squadre in quattro punti, è sicuramente espressione di equi­librio in questo difficile campio­nato-evidenzia il giovane tecnico – quindi non mi soffermerei più di tanto sulla classifica perché, a mio parere, almeno per un altro mese sarà in continuo cambiamento visti gli scontri diretti». Per quanto riguarda il derby di domenica contro il Manfredonia, Desantis si dice consapevole «di andare a giocare contro una delle squadre più attrezzate della re­gione. Quindi – argomenta – non ci resta che preparare la nostra par­tita come abbiamo fatto nelle scorse settimane, senza patemi o crucci da prima classificata».

Gianni Sollitto 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright