The news is by your side.

Regione/ Crollo falesie e chiusura delle spiagge

4

Giannini convoca 64 comuni costieri. Per l’assessore sono riunioni preventive per evitare l’emergenza estiva. «A Luglio di quest’anno ci siamo trovati di fronte a una serie di emergenze dovute alle ordinanze di chiusura delle spiagge a rischio crollo, emanate dalle Capitanerie di porto. Oggi abbiamo tenuto una riu­nione con i responsabili delle Capitanerie e l’ammiraglio Giovanni De Tullio, insieme con i tecnici dell’assessorato e dell’Autorità di Bacino per fare il punto sul tema della stabilità delle coste alte e delle falesie dal Gargano al Salento». Così l’assessore Gianni Giannini annuncia l’iniziativa presa per «agire preventivamente per garantire la sicurezza delle spiagge e l’incolumità dei bagnanti soprattutto durante la prossima stagione estiva». Nel corso della riunione è emerso che su 64 comuni costieri, in 34 in cui sono state riscontrate situazioni di pericolo sono state perimetrate e individuate aree a rischio geomorfologico secondo il PAl vigente. Di questi 34 comuni, in 17 le amministrazioni comunali hanno chiesto un’attività di concertazione tra Ca­pitanerie, Autorità di Bacino, Genio civile e Pro­tezione civile regionali e uffici tecnici comunali. Con queste attività sono state valutate le effettive pe­ricolosità e quindi consentito le attenuazioni dei divieti per 14 comuni. «Stavolta – aggiunge Giannini ­ci si sta muovendo tempestivamente, per farci tro­vare preparati all’avvio dell’estate, evitando così si­tuazioni di difficoltà per i comuni e i gestori delle attività balneari e favorendo l’afflusso di turisti e bagnanti sulle nostre coste. Oggi si è deciso quindi di convocare un’assemblea generale dei 64 comuni co­stieri, per affrontare con loro il tema e individuare le azioni necessarie a dare concretezza alle azioni di. prevenzione del rischio-crolli e consentire l’avvio più sereno della stagione turistica».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright