The news is by your side.

L’Europa ordina supplenti in cattedra in Puglia la marcia dei 16.000 prof.

13

I precari con più di tre anni di servizio adesso potranno entrare in ruolo.

 

Quando sono utilizzati per “soddisfare esigenze per­manenti e durevoli delle scuole statali in materia di personale". Si tratta in poche parole di un abuso. I precari di lungo corso dunque, con più di tre anni di supplenze e servizio su posti vacanti e disponibili, potranno entrare in ruolo. I numeri, sono orientativi. In Puglia sono circa 13mila i docenti inseriti in graduatorie ad esaurimento e oltre 13mila le unità di personale Ata in graduatorie permanenti. A questi poi bisognerà aggiungere anche chi non è in graduatoria ma ha il requisito dei trentaseimesi. "Non sappiamo con esattezza – quanti dei 16mila tra docenti e personale Ata in graduatoria ab­biano il requisito per essere stabilizzati, cioè quanti abbiano superato i 36 mesi – prova a farei conti il segretario della FIc Cgil Puglia, Claudio Menga –  ma di sicuro sono la maggior parte". Nelle scuole pugliesi, così, dal prossimo anno potrebbe arrivare una boccata di ossigeno. 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright