The news is by your side.

Emiliano ha chiuso la campagna a Foggia: «Sul Lisa la Regione non ha avuto colpe»

10

Il candidato alle primarie: se il governo vuol fare, ci siamo.

 

 «Non voglio essere proprio io in queste ore il difensore di Vendola, ma sull’aeroporto lo devo fare. Forse le parole del viceministro Nencini sono frutto di una leggerezza. Sul Gino Lisa la Regione non è stata assente. A tutto c’è rimedio. Se Nencini e il Governo credono di dare all’aeroporto di Foggia il ruolo che la Regione vuole dargli, e noi speriamo che questo avvenga, lavoreremo tutti per questo». Difficile prova di equilibrismo di Michele Emiliano su uno dei temi più spinosi, l’aeroporto Gino Lisa, nel corso del suo lungo pomeriggio tra Foggia e Cerignola per l’ultima uscita della campagna elettorale.

Accanto all’ex sindaco di Foggia, Gianni Mongelli, Emiliano è apparso nell’ex cinema Capitol che potrebbe diventare il «forum programmatico del centrosinistra», dopo le primarie quando si dovrà costruire la campagna elettorale regionale. Successivamente a Cerignola e, infine, nuovamente a Foggia, a Palazzo Dogana, per la manifestazione conclusiva «Diamoci una mossa». «E’ indispensabile fare seriamente queste primarie per evitare rischi d inquinamento. E anzi se diventerà presidente della Regione farà una legge regionale elettorale sulle primarie in modo che chiunque voglia farle abbia uno strumento a disposizione» ha spiegato l’aspirante Sindaco di Puglia. Ha avvertito la coalizione di centrosinistra di non peccare di «eccesso di sicurezza» in vista della partita più importante quella della primavera prossima. «L’intelligenza politica di Raffaele Fitto e la combattività che sta dimostrando in queste ore potrebbero dare la sveglia al centrodestra – ha sottolineato – e non mi meraviglierei che la candidatura del centrodestra per la presidenza possa riservare qualche sorpresa». E l’attuale corsa di Schittulli? Fulminante la battuta di Emiliano: «Schittulli corre, non so per chi, ma corre». Non sembra placata, infine, la polemica a distanza col centrodestra sull’attuale situazione dell’emergenza criminalità: «Quando la destra vince, succedono le cose che stanno succedendo ora in questa città» ha sostenuto Emiliano riferendosi al capoluogo dauno. E quando gli si chiede di spiegare meglio questo passaggio, ha aggiunto: «Ho l’impressione che la città sia smarrita, che avesse bisogno di un altro tipo di risposta. È un problema di limiti culturali di questa coalizione di centrodestra». 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright