The news is by your side.

PD VIESTE/ TARI: LASCIAMO OGNI SPERANZA E….

3

Mettiamoci l’animo in pace ed andiamo a pagare la Tari perché non  c’è  alternativa.  La farsa che hanno  messo in piedi il Sindaco, il vicesindaco e compagnia bella, dopo le vivaci proteste dei cittadini, si è conclusa con la delibera di giunta in cui si stabilisce che la Tari potrà essere pagata in tre rate (fine dicembre, fine gennaio e fine febbraio). Tutto il resto sono chiacchiere.  Il Sindaco e la sua maggioranza hanno preso in giro i cittadini viestani  facendogli  credere, come ha dichiarato il vicesindaco che : “PER LA TARI FAREMO LE OPPORTUNE VALUTAZIONI”. Ma quali valutazioni? Le tariffe non si possono cambiare e lo sanno benissimo, altrimenti salta tutto il bilancio comunale!  La rateizzazione che hanno approvato in giunta è una toppa peggiore della falla. Un pasticcio che si somma a tutti gli altri, tant’è che il dirigente di settore ha espresso il parere sfavorevole motivandolo così “Considerato che la proposta di differimento e ulteriore rateizzazione contrasta con il relativo regolamento di approvazione della TARI, che non potrebbe –per legge- nemmeno essere modificato per il 2014, nonché con la grave situazione di cassa che l’Ente trovasi ad affrontare”. Senza considerare che moltissimi avvisi di pagamento contengono evidenti errori e i cittadini in questi giorni stanno affollando gli uffici comunali per verificare l’esattezza delle tariffe.  
  E’ in atto, inoltre, uno scaricabarile da parte del Sindaco e dai suoi assessori, che vedrebbe addirittura responsabile della TARI comunale, il presidente del Consiglio Renzi. Come se i cinque milioni di euro per il servizio di raccolta e smaltimento di rifiuti fosse opera del Presidente. Sfidiamo il Sindaco a trovare un altro Comune in Italia con caratteristiche simili alle nostre che paga per la raccolta dei rifiuti quanto paghiamo noi.
 Orami conosciamo i nostri bravi amministratori e soprattutto il Sindaco che dello scaricabarile ha fatto un’arte,non si assume mai le sue responsabilità e dà sempre la  colpa a qualcun altro. L’anno prossimo pagheremo un ulteriore balzello perché il Comune di Vieste, non raggiungendo il 37% di raccolta differenziata, verrà multato dalla Regione Puglia. Per il Sindaco sarà ancora una volta colpa di altri, anzi la colpa sarà dei cittadini viestani che non sanno fare la raccolta differenziata,
Il Sindaco , piuttosto che nascondersi dietro lo scaricabarile, farebbe bene ad indire un’assemblea pubblica, come previsto dallo  statuto comunale, in cui spieghi ai cittadini viestani perché un Comune come il nostro abbia un costo del servizio così elevato, perché a fronte di tale costo il servizio sia inesistente, perché la raccolta differenziata invece di aumentare sia diminuita.
La Tari è solo l’ultimo dei disastri di questo Sindaco e della sua amministrazione e noi faremo in modo che i cittadini lo ricordino bene in un prossimo futuro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright