The news is by your side.

Il Gargano e Lucio Dalla trionfano anche a Roma grazie alla docufiction di Russo e Faccilongo

7

La docufiction "Dalla parte del Mare" di Piero Russo ed Emanuele Faccilongo trionfa al Festival dei "Corti Da Mare" di Roma.   A due anni dalla sua realizzazione con gli alunni e i docenti dell’Istituto Libetta di Peschici,  il cortometraggio che descrive il rapporto tra Lucio Dalla e il Gargano si aggiudica la sezione ‘Documentari’ della kermesse che si è svolta alla Casa del Cinema di Roma,  organizzata dall’Associazione Naschira in collaborazione con la B.I.Productions e con il sostegno della Regione Lazio,  Assessorato alla Cultura e Politiche Giovanili e con i Patrocinii del Ministero degli Affari Esteri e della Comunicazione Internazionale, della Wista Italy, della Biennale Habitat e di Habitat World. In gara cortometraggi provenienti da tutto il mondo, divisi nelle sezioni : Fiction, Documentario, Animazione, Scuole di Cinema. Madrina della serata ed organizzatrice dell’evento Virginia Barrett,  attrice,  regista,  presentatrice e produttrice foggiana e che ha visto la partecipazione,  tra gli altri,   del celebre documentarista,  giornalista e scrittore Folco Quilici,  di Angelo Bassi e del critico cinematografico Mario Serenellini. Virginia Barrett,  accompagnata al violino dal M° Gaspare Maniscalco,  ha interpretato in maniera come sempre mirabile alcune letture sceniche di versi di Erminio Maurizi e di stralci del testo "Donne di Mare" della nota antropologa Macrina Marilena Maffei.  Ha inoltre recitato  recitato versi dedicati agli sbarchi sulle coste italiche di Erminio Maurizi. Esposte opere del M° Piero Orlando, autore dei Premi realizzati con una tecnica particolare di mescola tra legno e sabbia.  Soltanto dieci giorni fa Dalla Parte del Mare (questo il link per vederlo https://www.youtube.com/watch?v=abHQt9Cojek )si era aggiudicato il premio speciale della critica al Festival dei Cinque Continenti di Venosa,  dopo aver vinto le kermesse cinematografiche di Udine ed Ariano Irpino.
Un tributo a Lucio Dalla e al ‘suo’ Gargano. Si chiama “Dalla parte del mare” ed è la docufiction realizzata dai giornalisti Piero Russo ed Emanuele Faccilongo con gli alunni dell’istituto comprensivo ‘Libetta’ di Peschici e con ospiti d’eccezione, come Albano,Francesco Renga e Graziano Galatone, il “Febo” di Notre Dame de Paris ma soprattutto Mario Cavaradossi in “Tosca Amore Disperato”, un’opera totalmente riscritta e musicata da Lucio Dalla. Il corto è stato realizzato tra Peschici e le Isole Tremiti, dove il cantautore bolognese (ma di madre pugliese di Manfredonia) trascorreva gran parte della sua vita in una villa immersa nel verde a Cala Matana. A Peschici, Dalla e Ron avevano trovato rifugio durante un nubifragio negli anni ’60, a casa di una donna, Memena, che da quel giorno è diventata una specie di mamma: “Venivano spesso a casa mia per fuggire dalla quotidianità e dai fans, avevano le chiavi della loro stanza – dice Memena – e quando arrivavano mi chiedevano di preparare pane e pomodoro per loro”. Tanti retroscena sulla vita del cantautore emiliano, che poco prima di morire aveva preso parte all’opera “Il bene mio”, diretta da Cosimo Damiano Damato e dedicata al poeta del Gargano Matteo Salvatore, recentemente scomparso. La Montagna Sacra e le sue isole hanno voluto ricordare Lucio Dalla, che del Gargano non si era mai dimenticato e che per il Gargano aveva iniziato una lotta serrata contro le trivellazioni nel mare Adriatico.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright