The news is by your side.

Vieste/ Don Tonino Baldi: “Il bambino Gesù nasca e venga posto nei cuori di tutti noi”

5

Carissimi,

 

L’uomo ha paura! Si sente indifeso. Per quello che succede a livello mondiale, a livello nazionale ed anche, nel nostro piccolo, a livello cittadino. Gli ultimi giorni e gli ultimi anni della nostra storia cittadina hanno scritto una pagina di cronaca nera troppo triste che tutti dobbiamo impegnarci a dimenticare e a fare in modo che si ricolori di vivacità e di amore.
Il Signore Gesù parla ancora nel nostro tempo e al nostro cuore. Anche se la realtà in cui viviamo appare tante volte una realtà immorale e non pronta ad accogliere il Cristo, c’è sicuramente chi vive l’entusiasmo di una fede rinnovata e genuina, una fede che non è solo ripetizione di gesti e di riti non compresi e non vissuti.
Allora bisogna che la nostra vita si rinnovi ed accolga chi è accanto a noi.
Apriamo le porte a Cristo, ci ha più volte esortato il Papa San Giovanni Paolo II. Cristo continua a venire e a incarnarsi nella nostra storia.
E’ dentro di noi,
è nel fratello disoccupato che cerca lavoro,
nel fratello sfrattato che non ha casa,
nel fratello affamato che cerca qualcosa da mangiare,
nel fratello che ha bisogno di essere rivestito,
nel fratello anziano e nell’ ammalato che cercano chi medichi e guarisca le loro sofferenze fisiche e spirituali,
nel bambino che spesse volte è vittima di soprusi e di insegnamenti negativi di noi adulti.
E’ in quelle famiglie dove i litigi sono il pane quotidiano, è nella famiglia dove le violenze e i tradimenti sono all’ordine del giorno.
E’ nella famiglia che si sente tradita e abbandonata anche da chi ha il potere di fare molto per essa e invece non fa niente
E’ in chi urla perché invoca aiuto.
E’ nel silenzio di chi non ha più voce per esprimere il suo disagio, nel silenzio di chi preferisce tacere perché tanto non viene ascoltato da nessuno.
Gesù è in chi piange notte e giorno per tanti ma tanti motivi.
A Natale Gesù vuole tornare a stare con noi, a dirci nuovamente la sua parola di speranza, di giustizia, di bontà e di perdono.
Coraggio, voi che siete afflitti, scoraggiati, demotivati: il male sarà definitivamente distrutto e il bene trionferà per sempre.
Non lasciamoci prendere dallo sconforto e dallo scoraggiamento. Ma non lasciamoci neanche prendere dalle tante tentazioni che ci allontanano dalla verità e dal fare il bene.
Il Natale deve essere per tutti noi la forza in più per distruggere gli egoismi, i rancori e tutte le altre cattiverie.
Non siamo più soli e non abbiamo neanche un Dio del provvisorio. La scelta di Dio di rimanere con noi, di esser l’Emmanuele è una scelta permanente.
Apriamo il nostro cuore, poniamo attenzione e ci accorgeremo della sua presenza e riusciremo a vederlo sempre con noi.
Allora auguri a tutti, auguri perché davvero quest’anno il bambino Gesù nasca e venga posto nei cuori di tutti noi e non solo nelle mangiatoie dei nostri presepi.

Buon Natale. Che Dio ci benedica tutti!
Don Tonino


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright