The news is by your side.

Eccellenza/ L’Atletico Vieste sorride e torna a vincere

4

Vittoria sull’Ascoli, il tecnico Olivieri: “ci siamo sbloccati psicologicamente, ora e’ piu’ facile”.

 

 Aveva chiesto la vit­toria a qualsiasi costo e vittoria è stata. Più che soddisfatto del ri­sultato, l’allenatore dell’Atletico Vieste, Massimo Olivieri, visto che la sua squadra ha annientato ogni velleità dei cugini dell’Ascoli Satriano, battendoli con un sonoro. Torna la vittoria, dunque, in casa Atletico e si esorcizza, final­mente, il tabù dei troppi pareggi consecutivi che avevano stretto, come in una morsa, i ragazzi di Olivieri, comunque primi in classifica in un campionato difficile e prestigioso come quello di Eccel­lenza pugliese paragonato, a li­vello nazionale, ad una vera e propria serie D. «La vittoria ai danni dell’ Ascoli Satriano – commenta il tecnico – è importante per diverse motivazioni. Anzitutto, per­ché ha sbloccato psicologicamen­te i giocatori, ora ancor più carichi di prima. Poi, perché ha avu­to tutto il sapore della rivincita nei confronti dell’unica squadra che è riuscita a sconfiggerci all’andata. D’altra parte, l’Ascoli è una buona squadra che- commenta Olivieri – avrebbe meritato un posto diverso in classifica e che sta lottando per conservare la categoria. Quindi a Vieste ha messo fuori tutta la grinta possibile, Ma noi siamo stati bravi a fare il nostro gioco e a sbloccare la partita con un gol di straordinaria fattura realizzato da Angelo Colella, cuore pulsante della squadra. Poi il raddoppio, sempre per opera sua, ha praticamente chiuso la gara e nel secondo tempo si sono potuto ­mettere in evidenza i nostri giocatori giovani Balzano e Triggiani, entrambi al loro primo gol stagionale». Olivieri, però, sembra non accontentarsi chiede sempre di più ai suoi ragazzi. «Dobbiamo migliorare ancora – dice – perché ora le difficoltà aumenteranno. Conservare la nostra posizione privilegiata non sarà facile, bisognerà difenderla a denti stretti perché squadre come Mola e Francavilla, che ambiscono alla vittoria finale, spingono alle spalle. Noi dobbiamo essere bravi a vincere sempre, senza caricarci di eccessiva tensione». Intanto, va detto che la gioia della vittoria di domenica scorsa è stata scalfita dall’infortunio ac­corso al capitano e bomber, Rocco Augelli, costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco per un grave problema al ginocchio sinistro in seguito ad un violento -contrasto con un avversario. Le risultanze della risonanza hanno manifesta­to la lesione del collaterale me­diale che lo obbligherà a non me­no di due mesi di stop. Una grave perdita per l’Atletico in questo de­licato momento del campionato. Non è escluso che la società corra ai ripari con l’innesto di un altro attaccante. Circolano voci in tal senso Come pure si parla di un probabile ritiro, per motivi di la­voro, del centrocampista Alessan­do Di Claudio. Olivieri, quindi, dovrà adoperarsi ancor più in set­timana in vista della trasferta sa­lentina a Novoli. Occhi puntati, a questo punto, su Balzano e Trigg­iani, che potrebbe essere le carte vincenti per l’allenatore avendo dimostrato entrambi di possedere tecnica e qualità individuali

Gianni Sollitto


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright