The news is by your side.

Attesi 500 vigili urbani a S. Giovanni Rotondo per il raduno nazionale

7

Il 31 gennaio e l’1 febbraio per discutere anche del ruolo sociale.

 

 I vigili urbani (ovvero la polizia locale) di tutta Italia si ritroveranno per il nono anno consecutivo al consueto radu­no di San Giovanni Rotondo per festeggiare San Sebastiano, che degli uomini in divisa è il santo protettore. "San Sebastiano è il 21 gen­naio, ma spostiamo i festeg­giamenti ed il tutto a fine gennaio" precisa- Luigi Sabatelli, l’organizzatore dell’evento, segretario regionale del Sulpl, il sindacato della polizia municipale nonché autorevole membro dei vigili urbani di San Giovanni Rotondo guidati dal co­mandante, An­tonio Acquavi­va. Attesi circa, cinquecento vigili urbani, provenienti, come sottolinea ancora Sabatelli "da regione e fuori regione". "L’anno scorso" ricorda ancora: Sabatelli "eravamo in quattrocento, invece quest’an­no ci aspettiamo qualche presenza in più". Rispetto alle edi­zioni precedenti, quest’anno vi è una novità piuttosto corposa, ci tengono a far sapere dalla segreteria regionale del Sulpl. "Un momento di formazione professionale su materie di particolare attualità e innova­zione" spiega Sabatelli. "A ciò comunque" aggiunge "non potrà mancare la sentita profes­sione di fede e l’allegria che ognuno di noi potrà sfociare durante la serata di gala ri­servata alla polizia locale d’Ita­lia. Vi aspetto per vivere in­tensamente con tutti la gior­nata che abbiamo programma­to perché uniti si vince" è stata – l’esortazione del segretario regionale Sulpl ai suoi colleghi dello Stivale italico. Nel dettaglio il tutto pren­derà il via sabato 31 gennaio con la registrazione (ore 9,00) dei partecipanti al raduno e l’inizio del con­vegno fissato per le ore 11,00. Due le sessio­ni in program­ma prima della pausa pranzo: Luca Leccisotti parlerà di "Consip e’ mercato elettronico della P.A." e Anto­nio Assirelli "sui potenziali finanziamenti europei in ma­teria di nettezza urbana e polizia locale". Insomma, un argomento che -riguarda la polizia municipale ma soprattutto le amministra­zioni locali chiamate ad uti­lizzare i vigili urbani anche in materia di sicurezza cittadina e non solo per disciplinare il traffico. Archiviata la pausa pranzo, l’appuntamento successivo è quello delle 17,30 quando è in programma la santa messa presso il vecchio santuario di Santa Maria delle Grazie. Alle 19 visita alla cripta di san Pio e alle 21 la cena di gala. L’in­domani l febbraio, fatta cola­zione alle ore 9, è tempo di saluti e partenze.

Francesco Trotta


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright