The news is by your side.

Terza Categoria/ Tra il Sannicandro e l’Apricena chi sarà l’outsider del Cagnano?

5

Ultima giornata del girone di andata in terza categoria, e mentre il Cagnano si gode la vetta con un distacco vistoso, le altre s’incrociano tra loro.

 E’ il caso delle due inseguitrici che oggi, in anticipo, si affrontano sul campo di San Nicandro una contro l’altra: lo Sporting San Nicandro (terza in classifica) con lo Spor­ting Apricena (seconda). La bagarre per il podio della graduatoria è al primo spartiacque stagionale. San Nicandro-Apricena sarà la prima di tante gare, vien da dire, quasi ad eliminazione diretta. Di certo il peso della gara, per la classifica, è relativo. Non si decide un campionato all’ultima di andata. Eppure questi test probanti. Chi li supera, guadagna quella consapevolezza che solo il continuo successo può garantire. Perchè è vincere, che aiuta a vincere. Lo Sporting Apricena, vicecapolista, da par suo stigmatizza la partitissima. «E’ una partita come le altre – commenta il tecnico Nicola Di Tullio – il campionato Nicola Di Lullo -: il campionato non si decide domenica né per loro, né per noi. Certo, andremo a San Nicandro per risultato ma siamo molto tranquilli. Sappiamo che la strada davanti a noi è lunga”.  Prudente, ma non troppo, il tecnico Luciano, del San Nicandro che inquadra così la sfida tra le contendenti. «Loro sono più forti, ma proviamo a fare il colpaccio – ammette- siamo un po’contati ma abbiamo l’esperienza dalla nostra che può aiutare. Vogliamo il sorpasso». L’uno, com’è fisiologico, tesse le lodi dell’altro. « Il San Nicandro è un’ottima squadra – spiega ancora Nicola Di Lullo dell’Apricena – che viaggia nelle prime posizioni ormai da anni e non  è un caso. Ha nei giovani i propri punti di forza; ma non adotteremo nessun tipo di accorgimento”.

Antonio Villani


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright