The news is by your side.

Mostra sull’Olocausto in biblioteca provinciale la Magna Capitana di Foggia

5

Tra gli eventi organizzati da Arcigay Foggia “Le Bigotte” in occasione del Giorno della Memoria, (come l’incontro con le studentesse e gli studenti di alcuni istituti superiori di Foggia e l’evento Triangoli della Memoria tenuto al circolo Arci Murales), ha allestito una mostra sull’Omocausto all’interno dello spazio espositivo della Biblioteca Provinciale Magna Capitana di Foggia. La mostra, della quale si potrà fruire fino a martedì 3 febbraio, presenta attraverso  parole e immagini cos’è stato l’Omocausto. Negli anni che vanno tra il 1933 e il 1945 si stima che almeno 100 mila uomini siano stati arrestati come omosessuali e  tra i 5 e i 15 mila hanno finito con l’essere internati nei vari campi di concentramento. Solo a partire dagli anni Ottanta si è cominciato a riconoscere anche questo episodio di storia inerente la più ampia realtà della persecuzione nazista.

All’interno dei lager, i gay era segnalati con un triangolo rosa, mentre le lesbiche con il triangolo nero delle asociali. Gli omosessuali nei campi subivano umiliazioni e torture, venivano sottoposti a folli sperimentazioni pseudoscientifiche che per la maggior parte di loro ne ha decretato la morte.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright