The news is by your side.

Ufficio Giudice di Pace di Rodi Garganico: il Tar dà ragione all’Amministrazione Pinto

5

 Il TAR Puglia, con sentenza n. 186/2015, ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Rodi Garganico contro la soppressione dell’ufficio del Giudice di Pace nella cittadina garganica.

 

 La sentenza, che ha accolto tutti i rilievi proposti, evidenzia come “la decisione di non mantenere in funzione l’ufficio del Giudice di Pace sia stata determinata da un palese difetto di istruttoria, in quanto il Ministero non ha tenuto nel debito conto la circostanza che il mancato rispetto del termine per l’avvio del personale al tirocinio non è ascrivibile a causa imputabile all’Ente comunale, bensì ad un evidente disguido “.
Con la soppressione, infatti, si sarebbe arrecato un grave pregiudizio alla popolazione che sarebbe stata ingiustamente sacrificata e mortificata da un presunto ritardo non imputabile in alcun modo al Comune di Rodi Garganico.
Viva soddisfazione è stata espressa dal Sindaco di Rodi Garganico, dott. Nicola Pinto, il quale ha sottolineato che  l’esito del ricorso costituisce un enorme successo  per l’intera comunità del Gargano nord, che continuerà ad avere un fondamentale presidio di giustizia a garanzia dei diritti di tutti i cittadini dell’intero comprensorio.
Il Sindaco Nicola  Pinto, interpretando i sentimenti di tutte le Amministrazioni interessate dalla pronuncia del TAR,  ringrazia  l’avv. prof. Enrico Follieri che ha assistito gratuitamente il Comune nell’ottica della più ampia tutela del  territorio garganico, assicurando la continuità di un presidio che da sempre costituisce punto di riferimento per cittadini e professionisti del settore.
                                             

L’Amministrazione Comunale di Rodi Garganico


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright