The news is by your side.

Pil procapite a16mila euro la Puglia è penultima

14

Peggio soltanto la Calabria e meno della metà dei bolzanini che sono i più ricchi d’Italia. I dati dell’Istat.

 

 Con un Pil che è praticamente la metà di quello del centro-nord, il Mezzogiorno d’Italia scivola in co­da alla classifica, lasciando il primato delle regioni più "po­vere” a Puglia e Calabria. La graduatoria, che si basa sul Prodot­to interno lordo fatturato du­rante il 2013, vede al primo posto la provin­cia autonoma di Bolzano, pra­ticamente la più ricca d’Italia; che vanta un Pil pro capite di 39.800 euro, contro la Puglia che ne ha registrati solo 16.200, seguita solo dalla Ca­labria con 15.500. E, come se non bastassero questi dati, arrivano come un altro macigno quelli relativi alla province ita­liane: quelle con i più bassi li­velli di valore raggiunto per abi­tante prodotto sono la Bat (os­sia la provincia di Barletta-An­dria-Trani) e quella di Vibo Va­lentia, con meno di 13 mila eu­ro e quelle di Medio Campidano e Agrigento, con circa 12 mila, mentre nel Cen­tro nord è stata di 18,3 mila euro. Ma il problema è di caratte­re più ampio coinvolgendo un po’ tutte le regooni del Sud che presentano un consistente differenziale negativo, rispet­to al Centro Nord: secondo le ri­levazioni presentate dall’Isti­tuto statistico nazionale, risulta inferiore del 45 ,8 per cento: quello del Mezzogiorno è di ,17,2 mila euro, mentre quello del Nord-ovest di 33,5 mila euro, 31,4 mila nel Nord-est e 29,4 mila nel Centro Italia.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright