The news is by your side.

I canoni sulle spiagge/ Palese (FI): “il governo revochi le riscossioni”

6

«Il Governo Renzi sembra vo­lersi accanire su alcune cate­gorie, come ad esempio quella dei concessionari balneari». A denunciarlo è il deputato di FI Rocco Palese, secondo il quale «in assenza di un riordino del­la legislazione di settore resa ancor più urgente da recenti sentenze dalla giustizia ammi­nistrativa, occorre che il Go­verno sospenda la riscossione dei canoni pertinenziali e la revoca della concessione ai balneari incapaci di far fronte al pagamento dei canoni calco­lati sui valori dell’Osservato­rio del Mercato Immobiliare». Nei giorni scorsi, informa Palese, dal Tar Toscana è arrivata l’ennesima sentenza a favore dei balneari. «Essa attribuisce al titolare nella concessione de­maniale il diritto di superficie e di proprietà dell’immobile an­che in muratura da lui realizzate su suolo demaniale. E sta­bilisce che tali costruzioni non sono da considerarsi "pertinenze demaniali marittime". Ne deriva che nel Calcolo del ca­none demaniale lo Stato non può e non deve includere il va­lore di quei beni immobili. Tale sentenza, che si aggiunge a quelle precedenti di Consiglio di Stato e Cassazione, rende ne­cessario che lo Stato smetta di esigere dai balneari canoni che non può più pretendere e che diventano sempre più esosi tanto che migliaia di imprenditori si trovano nella impossibilità di pagarli e rischiano di vedersi revocare la concessione».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright