The news is by your side.

Manfredonia/ Gli ipogei Capparelli rivedono la luce

6

Il Gargano è ricco di aree sepolcrali ipogee di epoca paleocristiana.

 

 Gli ipogei Capparelli di Siponto, nei pressi di Manfredonia sono tra i più prestigiosi. Per decenni sono stati abbandonati dalle varie amministrazioni comunali che si sono succedute, a testimonianza che il turismo a Manfredonia veniva poco considerato. Anzi per niente. Oggi finalmente le cose stanno cambiando, e dopo l’ennesimo fallimento del modello industriale qualcuno ha cominciato a capire che il turismo potrebbe davvero diventare il volano della nostra economia. Ecco perchè l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Angelo Riccardi, con il valido apporto degli assessori Zingariello e Angelillis, ha avviato i lavori di recupero dell’intero complesso archeologico di Capparelli adibito a necropoli. Grazie ad un finanziamento della Regione Puglia sono iniziati i lavori riguardanti il primo lotto per un importo complessivo di 800 mila euro. La ditta specializzata "Garibaldi" di Bari ha già realizzato la bonifica del sito, ed ora sta procedendo con la messa in sicurezza dei primi cinque ipogei e la sistemazione dell’intera area esterna, compresa una "corte" dove è previsto uno spazio per spettacoli esterni. Consegna dei lavori di questo primo lotto: giugno 2015. Successivamente, con l’attuazione del secondo e terzo lotto, si andrà a recuperare i fabbricati retrostanti per adibirli a Museo del Territorio. Per l’assessore Antonio Angelillis si tratta di "un segnale importante per il nostro territorio, non solo per Manfredonia, ma per l’intero Gargano. E’ il primo grande passo verso la realizzazione del Parco Archeologico di Siponto che consacrerà la nostra città a capitale del turismo culturale".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright