The news is by your side.

Peschici/ Tutti alla corte di Nichi per un bilancio

5

Il vice sindaco di Vieste Zaffarano ha chiesta di avviare un Piano di programmazione per i Comuni. La proposta del numero due della giunta viestana è stata accolta dall’assessore regionale al Bilancio Di Gioia.

 

"Tutto bene e siamo con­tenti di quanto fatto fino a questo momento, ma perché non viene finanziato un piano di programmazione che possa aiutare ì Comuni anche a prevenire eventi del genere?" La provocazione – richiesta è lanciata dal numero due della giunta comunale vie­stana, Raffaele Zaffarano e prontamente accolta dal­l’assessore regionale al Bi­lancio Leo Di Gioia, che risponde: “Ci sono le possi­bilità per dare seguito ad una proposta del genere, dobbiamo solo analizzare bene il tutto e poi discuter­ne". Chi si è invece ricredu­to, e lo ha detto a chiare let­tere, è il primo cittadino rignanese, Vito Di Carlo, che rivolgendosi al governatore ha detto: "Ho sempre pensato che la politica regionale fosse lontana da questo territorio, che non avesse un occhio di riguardò per il Gargano e per i piccoli Comuni che rappresentiamo. Invece, dopo quello che è successo nel post-alluvio­ne, mi devo ricredere e devo ringraziare il governatore Vendola per quanto fatto”.  Il sindaco di Monte San­t’Àngelo, Antonio Di Iasio, ha invece voluto sottolineare "il fatto di aver dato lustro al Gargano ricordan­do Matteo Facenna e Monte Sant’Angelo durante il discorso di presentazione della Puglia alla Bit di Milano. Li Vendo­la ha dimostrato dì essere vicino a questo territorio e per questo mi sento in do­vere di ringraziarlo. Doveva venire a parlare di alluvione ed eventi calamitosi il presidente regionale, ma è stato accolto da sorri­si trionfanti e applausi’ scroscianti, che lo hanno accompagnato nell’ultima visita prima dell’addio alla presidenza .

G.F.C.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright