The news is by your side.

Carpino/ Scippata cinquantenne

5

Quattro giovani malviventi hanno scippato una signora di Carpino poco più che cinquantenne, tale A.D.B.. Il misfatto è stato commesso la sera di Mercoledì 25 Febbraio scorso, ma solo in questi giorni è iniziato a trapelare nel paese ed è avvenuto in una strada attigua di Via Padre Pio, in pieno centro abitato, nei pressi delle Scuole Elementari.

Non si conosce la nazionalità dei balordi che hanno agito a viso scoperto e sui quali stanno indagando i Carabinieri della locale Stazione, dove la malcapitata signora ha sporto prontamente denunzia contro ignoti in quanto non è riuscita a riconoscerli, vista anche la estrema rapidità con cui l’evento si è svolto. A.D.B. quella sera, accompagnata da una propria sorella, era appena uscita dalla locale Farmacia dove, a seguito dell’acquisto di medicinali, aveva cambiato una banconota da cento Euro. Successivamente si era recata in un vicino negozio di frutta. All’uscita, dove evidentemente i malviventi l’avevano pedinata, puntata e l’attendevano, la signora veniva aggredita alle spalle dai quattro che si avventavano sulla borsa che, invano, la donna cercò di trattenere a se, ma i balordi, non solo non si arrendevano ma, addirittura, trascinavano per terra la stessa signora strappandole definitivamente la borsa contenente, oltre ai documenti, non ancora ritrovati, la misera somma di novanta Euro e pochi spiccioli. Nella rovinosa caduta sull’asfalto la signora A.D.B. riportava la contusione ad un ginocchio e lievi diffusi indolenzimenti sul corpo, oltre naturalmente alla grande paura sua e della sorella che l’accompagnava. Sembra che i delinquenti non abbiano mostrato alcun tipo di arma per mettere in atto lo scippo.
   Questo episodio ha fatto seguito ad un altro avvenuto poche settimane prima. Questa volta si è trattato di una persona di circa quarant’anni che, nel Centro Storico di Carpino, in Corso Vittorio Emanuele, si è introdotto abilmente in una casa di tre anziani, di mattina questa volta, spacciandosi per un inviato ed incaricato dell’Ufficio Tributi del Comune di Carpino. Come tale questa persona, sembra dallo spiccato accento napoletano, riferiva agli anziani che da quest’anno il Comune di Carpino NON avrebbe più fatto pagare loro la Tassa sui Rifiuti, però bisognava versare cinquanta Euro e occorreva il numero dei libretti di pensione per dimostrare non si è capito cosa. Però, a questo punto, nella casa entra una nipote dei tre vecchietti che subito accortasi che quella persona era un impostore, truffatore e ladro ha gridato ed è riuscita a metterlo alla porta. Ovviamente il “napoletano” non ha perso tempo e si è messo a correre dileguandosi per le viuzze di quella parte del paese. Fin’ora non è dato sapere se il malvivente ha agito da solo o avesse complici (“compagni di merenda”) che magari vagavano in paese agendo in altre case in modo analogo. Anche in questo caso il misfatto è stato denunziato alla locale Stazione dei Carabinieri, oltre che al Sindaco indirettamente chiamato in causa dal protagonista e improvvisato quasi dipendente comunale.

M. D.F.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright