The news is by your side.

Una causa di Ferrante Cominale ex sindaco d’Ischitella con la stessa Università nel 1605

7

Il 27/4/1605 Ferrante Cominale  fidato della regia dogana presentava un istanza a quest’ultima  dobve dichiarava di vantare un credito nei confronti dell’Università d’Ischitella di ducati 28,tarì 2,  e grana 15.   E perciò chiedeva che gli venisse elargito detto debito.

 

 L’11/5/1605  a Vincenzo de Mutio giudice della corte predetta d’Ischitella veniva notificato detto credito affinchè lo portasse a conoscenza del sindaco Jois San Gio(San giovanni),e agli eletti Joi de Nisi,Jois de Paulino,Vincenzo Pascarello,Joseph de Troiano d’errico ,alla presenza dei testimoni: Leonardo de Vera,Oratio Verderame,e Jois Bapta Angrisano. il Cominale(SINDACO D’Ischitella dal 1603 al 1604) riportava anche nel memoriale una tabella riportante gli importi pagati dai cittadini d’Ischitella  ai sindaci da cui probabilmente era derivato detto credito relativi agli anni 1602-1603.
Un tale Gio Mancino  una volta sindaco  pagava all’Università pagava ducati 139.1.14 1/3. E di più per la predetta delle olive 22.15 e con i suoi eletti per la regia corte della regia cascia per le giornate per le quali si doveva pagare a joi Marano una volta gabellito del pane e del vino ducati 4.2 per cui doveva la somma totale di ducati 143.1.14/3.
E fatta diligenza ritrovammo nell’interesse che si fa di Francesco di Romano una volta casciero del’Università d’Ischitella negli anni 1603-1604 farsi avere da detto Ferrante comunale ducati 155.  E in più ritrovammo aver ricevuto dal detto cascero da Gio  Batta Comparello i n nome del detto che fu sindaco per esso ducati 8.3.21/3.
E in  Più ritrovammo aver ricevuto dal detto cascero da Giuseppe Maiorano già sindaco 8.2.13 che in totale facevano  ducati 164.17.
Dai conti precedenti delle precedenti  università trovammo il Sig, Ferrante creditore e della somma di 20 .2.1  ducati.
Da Francesco D’errico il 13/8/1604 alla fine del sindacato di ferrante Cominale si intimava di pagare il detto credito.
Il 25/6/1605 la regia dogana  dopo che la vertenza venne portata a conoscenza degli amministratori d’Ischitella,presenti testimoni Gio de Nisi,Rea Janoli,Gilio Cesare Bizzarro,Gio Arcieri e Berardino de Roberto riconobbe il credito richiesto da Ferrante Cominale.

Giuseppe Laganella.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright