The news is by your side.

Verso le regionali/ Caos centrodestra, rotti gli indugi, Fitto si candida

3

Sfiderà anche il «suo» centrodestra. La decisione in una riunione dei falchi salentini della sua area.

 

 Una riunione con i falchi salentini della sua area avrebbe mosso Fitto a rompere gli indugi. L’ex ministro si candida a presidente della Regione sostenuto da tre liste, in via di rapidissima compilazione. Quindi in frontale contrasto con il centrodestra a trazione berlusconiana che candida Francesco Schittulli. La nuova indiscrezione, che segue quella di giovedì, confermata da Fitto durante l’ultima manifestazione dei Ricostruttori, sabato a Roma, è filtrata al termine della riunione con i consiglieri regionali uscenti di Lecce e provincia. Sarebbero loro i più determinati a portare fino in fondo, cioè nelle urne, la sfida a Berlusconi e al suo luogotenente pugliese, Luigi Vitali. In nome del diritto a essere candidati e quindi a rappresentare Forza Italia. Fitto, da parte sua, aveva avvertito i vertici nazionali del suo partito che non avrebbe aspettato un mese per sciogliere la sua riserva e avere le richieste garanzie che una persona di sua fiducia avrebbe assistito al deposito delle liste elettorali di Forza Italia. Il sospetto dell’ex ministro ed ex governatore della Puglia, infatti, è che Vitali, per conto di Berlusconi, attenda l’ultimo minuto per estromettere i fittiani dalle liste e privare, quindi, il ribelle, delle sue truppe.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright