The news is by your side.

Gargano/ In arrivo (finalmente) i 10milioni promessi per il riassetto idrogeologico

4

 L’ok da Roma è arrivato proprio nel giorno in cui una bomba d’acqua su Peschici ha fatto temere una nuova inondazione questa mattina dopo l’alluvione di settembre. I canali sono stracolmi d’acqua che viene giù dalla montagna e, stando alle foto scattate dai residenti, sono al limite della portata. Si tratta degli stessi canali che amplificarono l’alluvione di sei mesi fa e che evidentemente non sono stati ancora puliti. “Sebbene ora la situazione sia tranquilla, quel che resta dei canali è pieno di detriti dal 6 settembre” ha detto il sindaco di Peschici, Franco Tavaglione, impegnato a Bari in un incontro con il commissario straordinario per il rischio idrogeologico. In serata il governatore Nichi Vendola ha espresso il suo “apprezzamento per l’approvazione, da parte del Capo della Protezione civile Franco Gabrielli, del piano degli interventi da realizzare nelle aree alluvionate del Gargano per una somma complessiva di 10 milioni e mezzo di euro”. Si tratta – ha sottolineato Vendola – “dell’approvazione del documento proposto dal servizio protezione civile della Regione Puglia a seguito del confronto con i soggetti pubblici a vario titolo interessati. Queste risorse statali ottenute dalla Puglia vanno ad aggiungersi ai fondi regionali che in questi mesi la Regione ha messo a disposizione dei territori del Gargano. In tutto questo tempo infatti la Regione non ha mai fatto mancare il proprio contributo”.
Dal canto suo il sindaco Tavaglione dice che “non è possibile continuare a tergiversare. Siamo a dieci giorni da Pasqua e ad un passo dalla stagione turistica”. La spiaggia della baia di Peschici è invasa da acqua e fango lungo il canalone di Kalena. Rabbia tra residenti e operatori turistici.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright