The news is by your side.

Gino Lisa/ Nuova richiesta di documentazione da parte dell´Unione Europea

3

«La “Cabina di regia” istituzionale dedicata al tema della piena operatività dell’aeroporto “Gino Lisa”, così come annunciato nelle scorse settimane, sta proseguendo il suo lavoro. Purtroppo, però, le notizie che giungono dal Parlamento europeo non sono positive e ci spingono, sia pure nel rispetto dell’atteggiamento teso a sottrarre questa questione alla speculazione politica, a reiterare il nostro appello alla collaborazione interistituzionale, in assenza della quale ogni sforzo risulterà essere vano».

È il commento del sindaco di Foggia, Franco Landella, alle notizie comunicate dal parlamentare europeo, On. Barbara Matera, circa l’interrogazione presentata per conoscere «lo stato del dialogo tra Commissione europea e autorità italiane competenti in merito agli stanziamenti destinati all’aeroporto “Gino Lisa” di Foggia».
«In risposta ad una mia precedente interrogazione, finalizzata a chiarire lo stato della situazione relativa ai finanziamenti stanziati a beneficio dell’aeroporto “Gino Lisa”, la Commissione europea comunicava che le autorità italiane non avevano ancora provveduto a fornire tutte le risposte necessarie a stabilire la compatibilità delle misure d’aiuto notificate dall’Italia con la normativa europea vigente in materia di aiuti di Stato – spiega l’europarlamentare Matera –. Nello specifico, l’esecutivo dell’Unione Europea denunciava la mancata ricezione di un riscontro a una lettera, datata 3 settembre 2014, in cui lo stesso elencava una serie di informazioni mancanti, fondamentali per l’elaborazione di un giudizio definitivo in merito alla questione. Da questo punto di vista, ho ritenuto opportuno formulare una nuova interrogazione, al fine di comprendere se la Commissione europea avesse ricevuto riscontro da parte della autorità italiane e se, in caso di risposta affermativa, le stesse fossero state esaustive nel fornire i necessari chiarimenti». «Lo scorso 25 marzo la Commissione europea, nella risposta fornitami da Margrethe Vestager, ha spiegato come, non avendo ricevuto alcuna risposta entro il termine fissato, nel dicembre 2014 i servizi della Commissione hanno inviato un sollecito alle autorità italiane al fine di ricevere le informazioni necessarie all’istruzione di questo caso – riferisce l’On. Barbara Matera –. A questo sollecito le autorità italiane hanno risposto con lettera del 12 gennaio 2015, ma in base alla valutazione preliminare condotta dai servizi della Commissione, gli elementi forniti continuano ad essere insufficienti per permettere un’analisi completa del caso e le autorità italiane sono state informate al riguardo. È di tutta evidenza che siamo in presenza di una situazione in cui risultano essere carenti elementi documentali che, viceversa, appaiono decisivi per comprendere se le risorse economiche erogate a favore dell’allungamento della pista del “Gino Lisa” configurino o meno una violazione delle norme che disciplinano e regolano il regime dei cosiddetti “aiuti di Stato”».

 

 

 

 

——————————————————————————————–

Informazione pubblicitaria/ All’OLMO ti aspettiamo per una foto con Paperino

Al supermercato Olmo giovedi’ dalle 09:00 alle 13:30 per chi acquista 1/2 kg di mozzarella Idea foto con un personaggio Disney. Ad ogni passo sui nostri scaffali c’è una convenienza…immaginatevi nell’intero nostro Supermercato nei giorni di preparazione alla Pasqua!!

SuperMercato OLMO-Despar a Vieste sul viale XXIV Maggio

—————————————————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright