The news is by your side.

IRONICO E SFACCIATO IL SITO USA “BUSSFEED” CRITICA IL BEL PAESE… ANCHE IL GARGANO E VIESTE

4

39 ragioni per non venire mai in Italia: l’umorismo made in Usa celebra il Bel Paese a un mese da Expo

Sembrerebbe proprio che BuzzFeed [VEDI] si sia appassionato alla promozione dell’Italia. Sempre secondo la logica del marketing inverso. Dopo l’operazione ‘18 ragioni per cui non si dovrebbe mai visitare Torino’ che Steven Nagliati ha pubblicato sull’aggregatore web, arriva ora la lista dei ‘39 motivi per cui l’Italia fa davvero schifo’.

Turisti americani, state lontani dall’Italia. È un posto brutto, insignificante, noioso, senza panorami degni di nota, dove si mangia male e dove è difficile entusiasmarsi per ciò che si vede. Davvero è ciò che pensano di noi? Davvero c’è qualcuno che sta boicottando in modo così smaccato il nostro paese, a meno di un mese dall’apertura di Expo 2015? No, non è (davvero) così. La “provocazione” arriva dal famoso e cliccatissimo sito Usa “Buzzfeed”, che ha deciso di celebrare le bellezze italiane con una lunga carrellata di luoghi ed esperienze imperdibili «made in Italy». Lo ha fatto in modo ironico e sfacciato, apparentemente denigrando ciò che in tutto il mondo ci invidiano.
Non è che ci sia molto da spiegare. Basta fare un giro sul sito per stupirsi di quante bellezze, più o meno scontate, ci sono nel nostro Paese. E questa volta la firma è di Marie Telling, che tra un primo punto ‘Se la gente vi dice che l’Italia è bella, non credeteci’ e un punto 2, ‘L’Italia è semplicemente una schifezza’, posta delle meravigliose immagini del Lago di Como.
E se al quarto punto si legge ‘L’Italia è ripugnante’, seguito da un quinto ‘Noiosa’, in mezzo ci sono una panoramica della pugliese Vieste («Il peggio del peggio»)e del Gargano («Spiagge deludenti e pure affollate»), oltre a classici come la cupola di San Pietro.
Scendendo lungo la lista, Telling tocca anche il capitolo food e architettura, oltre a dedicare spazio ad alcune delle principali città della nostra Penisola. Una galleria che lascia a bocca aperta. Anche, o forse soprattutto, chi in Italia ci vive.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright