The news is by your side.

Sede distaccata alberghiero, Manfredonia ricorre al TAR

10

L’Ufficio Scolastico Regionale Puglia aveva espresso parere contrario all’istituzione di una nuova sede scolastica “Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Al berghiera”

 

 “RICORSO dinanzi al TAR Puglia di Bari attinente la sede distaccata di Manfredonia dell’Istituto Alberghiero di San Giovanni Rotondo”: dopo la d.g.c. 41/20.02.2015, il Comune di Manfredonia ha impegnato una spesa complessiva di € 8.400 in favore del legale che rappresenterà l’Ente in giudizio.

I FATTI. Con deliberazione n. 208 del 24/7/2012, a seguito delle istanze formulate da parte di molti studenti, sia residenti in loco e sia nelle località limitrofe, che frequentano gli Istituti Alberghieri di Vieste e di San Gio vanni Rotondo, il Comune di Manfredonia ha fatto richiesta – al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – MIUR Direzio ne Generale di Roma; al MIUR Direzione Generale di Bari; al MIUR Direzione Generale — Ufficio IX — ex U.S.P. di Foggia; alla Provincia di Foggia – Assessorato P.I.; al Dirigente scolastico Prof. Dott. Enrico Cariglia – IPSSAR “Enrico Mattei” di Vieste per l’istituzione di una Sede Distaccata dell’Istituto Alberghiero – IPSSAR “E. Mattei” di Vieste.

Ottenuti i pareri favorevoli da tutti gli enti citati , l’U.S.R. (Ufficio Scolastico Regionale) Puglia esprimeva parere contrario all’istituzione di una nuova sede scolastica “Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Al berghiera”, confluito nella D.G.R. 26/20-1-2015 con la quale la Regione autorizzava l’attivazione di una sezione staccata dell’IPSAR di San Giovanni Rotondo.

Come scritto nella determina dirigenziale del Comune di Manfredonia “nella nostra città vi sono strutture scolastiche idonee ad ospitare quanto meno una sezione distaccata di Istituto professionale alberghiero e della ristorazione; la vocazione turistica del nostro territorio, non limitata al periodo estivo, certamente costituisce un valore aggiunto rispetto al quale non si può disconoscere la necessità di istituire corsi di studio rivolti a soddisfare le esigenze di creazione di figure di alta professionalità nel settore della ricezione e della ristorazione, soprattutto in considerazione dell’esistenza di un gran numero di strutture alberghiere, di ristorazione ed agrituristiche, per le quali è d’obbligo pensare anche ad una formazione imprenditoriale specifica”.

Con deliberazione n. 41 del 20.02.2015 la G. C. autorizzava da qui il Sindaco a proporre ricorso dinanzi al T.A.R. per la Puglia – Bari avverso la Delibera di Giunta Regionale n. 26 del 20-1-2015 per le motivazioni innanzi indicate.

ATTO INTEGRALE
DETERMINA N 474 DEL 09042015


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright