The news is by your side.

Foggia/ Il debutto della “Sartoria Solidale”

5

La Caritas di Foggia espone le realizzazioni del corso di cucito; durante il raduno dei prelati di Capitanata.

 

 In occasione del ritiro del clero di tutta la metropolìa di Foggia, che si è svolto lo scorso venerdì 15 maggio presso il Santuario dell’Incoronata, la Caritas di Foggia ha esposto i prodotti realizzati grazie al progetto “Tre C” ( ricordiamo finanziato dai fondi 8 x mille).

 Il progetto ha permesso l’avviamento di un corso di cucito a livello base
all’interno del carcere di Foggia, ed uno di livello avanzato all’interno
della casa di accoglienza S. Maria del Conventino. Grazie al lavoro delle
due insegnanti di cucito Michela Quitadamo e Giusy Digennaro, sotto la
regia di Antonio Zanni, sono state coinvolte sei ragazze detenute
all’interno del carcere, e diciotto donne disoccupate presso il Conventino.

Le donne hanno realizzato vestine bianche per il battesimo, abiti per la
prima comunione e casule estive per i sacerdoti. L’esposizione si pone a
conclusione dei due corsi e mira a riscuotere, nei sacerdoti di tutta la
provincia di Foggia, apprezzamento per il lavoro realizzato e trovare in
loro dei potenziali acquirenti. <<Il *nostro desiderio* – afferma Don
Francesco Catalano, direttore della Caritas di Foggia – *è di realizzare in
futuro una piccola sartoria solidale che possa dar lavoro a donne
disoccupate o detenute! Ora comunque gioiamo per il presente, per
aver ottenuto comunque un ottimo risultato: i corsi  infatti, hanno dato
alle partecipanti italiane e straniere, la possibilità di "cucire" tra loro
solide relazioni umane e di amicizia.*


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright