The news is by your side.

Oggi a Ischitella la festa di San Eustachio e della sua confraternita.

15

E’ la festa patronale.

 

 Il culto di S. Eustachio è antichissimo e si perde nella notte dei tempi.
San Eustachio nel periodo romano al tempo delle persecuzioni romani risultava un generale romano, che però mentre andava a caccia vide incisa tra le corna di un cervo una croce e da quel momento lui e tutta la famiglia si convertirono al Cristianesimo e per questo motivo furono trucidati dai romani. Questo episodio è raffigurato sia sulle divise dei fratelli di San Eustachio che nella stessa chiesa. Secondo la leggenda agli albori dell’anno mille al tempo delle incursioni saracene, quest’ultimi si presentarono alle porte del paese e vi trovarono davanti  alla” Portella”  un gigante che per l’appunto era San Eustachio con una pipa in mano. Intimoriti, gli chiesero” Ma in paese sono tutti come te?” Il gigante rispose “ Io sono il più piccolo”. Spaventati allora i saraceni scapparono via e rinunciarono ad entrare in paese. Per quando riguarda la storia della chiesa e della sua confraternita sono documentate a partire dal XVI sec. Una bolla papale del 1578 dice infatti che la chiesa e la sua confraternita esistevano già in quella data, anche se altri fonti vogliono fondata nel 1638 da un certo prete Angiulo la fondazione della confraternita, data in cui probabilmente fu rifondata. Per quando riguarda le chiese di San Eustachio, perché bisogna precisare che la vecchia chiesa di San Eustachio si trovava nel centro storico presso l’ex cinema ed era sede della vecchia Università come si evince da un documento del 1593, rinvenuto dal sottoscritto. Nel 1700 come si evince dalla campana esistente nella chiesa fu costruita dal principe d’Ischitella Luigi Pinto l’attuale Chiesa, bellissima  in cui è custodita una reliquia di san Eustachio che rappresenta un pezzo di stoffa del suo vestito e bellissime tele commissionate dallo stesso principe, le statue di Teopista, moglie di San Eustachio (in dialetto Ischitellano Pistilicchia) i figli Agapito (Captucc) e Teopisto (Pstlicch), della Madonna del Carmine, San Michele ed altre. Nella segretario è custodito un ritratto di un Vescovo ischitellano: Mons Basile vissuto nell’ottocento. La chiesa è retta dalla confraternita di cui ho rinvenuto il vecchio statuto del 1780  molto rigido per quei tempi che prescriveva per i confratelli soprattutto preghiere, solidarietà verso i poveri e bisognosi, ma anche astinenze come  divieto di giochi della carte, digiuni e prescrizioni come quella di recarsi la domenica in chiesa a mezzanotte per pregare. Infine ogni 20/5 e 20/9 date delle ricorrenza del santo patroni  i fratelli provvedevano al fabbisogno e facevano sposare una giovane donna vergine e devota, che essendo povera non disponeva dei mezzi per sposarsi.

Giuseppe Laganella

 

————————————————————

Informazione pubblicitaria/ Settimana di offerta al Superdiscount RD
Oggi partono le nuove offerte

Il volantino in distribuzione in questi giorni propone solo alcune delle tante promozioni proposte dal Superdiscount più grande ed assortito del Gargano. In offerta prodotti del reparto Macelleria, Salumi&Formaggi, prodotti della linea Discount e delle migliori marche come Mulino Bianco, Buitoni, Valfrutta. RD Superdiscount rappresenta la nuova formula "assortimento di qualità, marca e prezzi bassi" che soddisfa di più e meglio le esigenza della clientela. RD Superdiscount è a Vieste in Via Dalla Chiesa ed è aperto dal lunedì al sabato con l’orario continuato dalle 8 alle 20.30 e la domenica dalle 8.30 alle 12.30
La promozione in corso è valida fino a domenica 24 maggio   

————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright