The news is by your side.

Ischitella/ Filomena e Giuseppe un’impresa da favola

3

E’ una storia che rimanda una verità che si pensava perduta: le favole esistono ancora.

 Una favola tutta garganica che sabato 30 maggio compie 15 anni con l’apertura di una nuova attività a Termoli, in Molise (con ospiti noti come io rodiano ex Grande fratello Biagio D’Anelli (dj, attore), Gianni sperti (opinionista e ballerino), Barbara De Rossi (attrice conduttrice Tv), Raffaello  Tonon (opinionista Tv), madrina dell’evento la modella Olga Friniuc). «Le Bucoli­che», un nome che evoca una avventura scattata nel 2000, all’inizio del nuovo millennio a Ischitella quan­do nasce un piccolo negozio in un piccolo paese del Gargano. il paese è appunto Ischitella, il negozio «Le Bucoliche – Erboristeria e casa del Vimini» come lo chiamano i proprietari. L’idea è di Filomena Ven­trella che ha sempre avuto la passione per la natura, l’omeopatia e la medicina alternativa. Trova l’aiuto del suo allora compagno, oggi marito, Giuseppe Basile, all’epoca studente universitario di medicina. Tra un esame e l’altro e una vendita all’epoca molto rara, i due ingranano. Diventano, un marchio co­nosciuto. Dopo alcuni anni Filomena e Giuseppe sentono la necessità di variare: si «buttano» sul legno. Arriva il primo viaggio in India, Indonesia e Cina. Un mese di vacanze lavorative ed investimenti ad alto rischio per i due. A quei tempi era possibile acquistare dall’Oriente, ma bisognava sapere cosa acquistare per saper vendere. Filomena,e Giuseppe fanno le scelte giuste: il primo container è del 2004, poi ne arriveranno altri 4, con disegni e prodotti realizzati dalle loro idee. Riescono ad aprire due negozi in franchising a Torino e Orvieto e per anni partecipano regolarmente al Macef di Milano dove valutano le nuove tendenze e trovano ispirazione per i loro disegni e produzioni in Cina ed Indonesia. Nel 2005 visitano la fiera di Parigi, «La Maison et Obiet» e comprendono che il design etnico sta velocemente decadendo, mentre si affaccia quel genere della Pro­venza che da i lumi a ciò che oggi è chiamato «Shabby Chic». Filomena e Giuseppe si fanno venire una nuova idea, forse la migliore: ripartire dal territorio. Riscoprono così i legni garganici, contattano ar­tigiani e designer locali e iniziano a lavorarli. Ben presto al legno si aggiunge il ferro. E’ l’altra faccia del Gargano quella che lavora, ha idee e le mette in pratica. I due hanno un obiettivo: portare le loro produzioni a «La Maison et Objet» a Parigi, che hanno continuato a frequentare regolarmente. In­tanto oggi è tempo di apertura a Termoli.

Francesco Trotta

 

 

 

 

————————————————————————-

Informazione pubblicitaria/ In anteprima al Capriccio l’ostrica del Gargano

Venerdì 29 al ristorante il Capriccio gran cena a 4 mani con Alessandro Tamburano chef e selezionatore dei più grandi prodotti di agro ittica. Tamburano ha creato l’ostrica del Gargano e in anteprima sarà in assaggio al Capriccio in dolce compagnia di grandi vini di piccoli produttori francesi. Menu’ completo dall’aperitivo a base di Ostriche del Gargano, di pesce in abbinamento, ai piccoli produttori di champagne e vini, al dessert. Costo € 50,00 tutto incluso.

La serata sarà allietata da musica dal vivo.

Ristorante il Capriccio
Loc. Porto Turistico – Vieste – Gargano
info@ilcapricciodivieste.it
info e prenotazione 0884/707899

—————————————————————————–


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright