The news is by your side.

ALLA VIESTANA SARA CALDERISI IL “CERTAMEN GIUSTINO FORTUNATO” [Video]

9

 

[Qui di seguito l’intervista a Sara Calderisi]
Nei giorni 17 e 18 aprile c.a. gli studenti del Liceo Scientifico dell` I.I.S.S. “Fazzini-Giuliani” di Vieste, accompagnati dalla prof.ssa Marilicia Carfagno, si sono recati presso l’istituto I.I.S.S. Giustino Fortunato, di Rionero in Vulture (PZ), per partecipare alla XI Edizione del Certamen “Giustino Fortunato”, al quale hanno preso parte numerosi studenti provenienti da diverse regioni d’Italia.

 “Pane, lavoro e fantasia: il nostro futuro tra necessità e creatività”, e’ il tema scelto per questa edizione. Il concorso si poneva come finalità la conoscenza del pensiero meridionalista, aggiornato all’attuale fase storica e socio-economica nella dimensione nazionale, europea e mondiale, proponendosi di recuperare e sviluppare gli esiti della ricerca di Giustino Fortunato, in chiave contemporanea.

La gara si  è articolata in tre sezioni:
1.    Elaborazione di un saggio breve o di articolo di giornale,
2.    Produzione multimediale individuale o di gruppo,
3.    Elaborato artistico con tecnica a scelta;
Gli alunni del nostro Liceo Scientifico che hanno partecipato alla 1^ sezione sono stati:
Pecorelli Natalia 3^A, Vescera Vincenzo 3^B, Cionfoli Francesco 4^A, Pagano Cecilia 4^A, Di Vieste Gianluca 4^B
per la 3^ sezione: Calderisi Sara 4^A, Ragno Giulia 4^B, Ricciardi Noemi 4^B.
Una commissione di esperti ha valutato i lavori e ha proclamato i vincitori sabato 18 aprile.
 Ad onorare il prestigio della nostra scuola, è stata l’alunna Sara Calderisi della classe 4 A,
      che si è attestata al 1° posto per la sezione artistica con il suo apprezzatissimo elaborato, così giudicato dalla Commissione, presieduta dalla Prof.ssa Preziuso Rosa, docente di Storia dell’Arte: “ L’artista e’ dotata di un’eccellente capacita’ segnica, che rivela doti sintetiche di pulizia ed equilibrio compositivo. L’opera’ dall’impatto immediato e di incantevole memoria, si presenta come un puzzle composto da parti scomponibili che trovano, soltanto nel loro insieme, una coerenza logica e stilistica. Qui ha connotato il lavoro umano e la natura in modo essenziale e profondo senza perdersi in barocchi decorativismi. La fluidita’ dell’opera sottolinea un bilanciamento perfettamente ponderato tra le parti, creando nello spettatore un senso di onirica sospensione”.

Spontaneita’, precisione, attenzione ai particolari, profondita’ espressiva, sono solo alcuni tratti che caratterizzano la sensibilita’ artistica di Sara Caslderisi, studentessa locale che, coltivando con passione e costanza un dono naturale, esprime con le sue opere una visione suggestiva e poetica della realta’. Apprezzando il suo impegno e la sua passione, la ringraziamo per questo prestigioso premio conseguito, consapevoli che “regalare emozioni e’ un dono di pochi, ma apprezzare il bello e’ un piacere di ogni spirito vivo”.
Il D.S. prof. Valentino Di Stolfo, il Consiglio di classe e l’intero “I..I.S.S Fazzini Giuliani” hanno espresso soddisfazione per il risultato raggiunto dall’alunna ed hanno deciso di organizzare, nelI’auditorium dell’Istituto, una cerimonia di premiazione ufficiale, per la consegna del certamen, mercoledì 3 giugno 2015  dalle ore 11,30.
Si avverte da tempo l’esigenza di valorizzare con opportune iniziative gli alunni più meritevoli. Fermo restando che è sempre stata cura dei docenti stimolare e incoraggiare il raggiungimento di risultati eccellenti, quest’anno si è inteso dare visibilità alle iniziative già sperimentate, ma anche pubblicizzarne di nuove. Gli studenti particolarmente motivati e dotati sono stati incentivati a prendere parte a manifestazioni e concorsi nazionali, certamina letterari, come questo di Rionero in Vulture, competizioni sportive e quant’altro consenta loro di misurarsi con esperienze di potenziamento delle proprie capacità e competenze. Per la partecipazione degli studenti alle varie competizioni o a progetti deliberati dal Collegio Docenti e approvati dal Consiglio di Istituto si è posto proprio l’obiettivo di valorizzare le eccellenze presenti nella scuola così come da indicazioni ministeriali.
A voi studenti prodigio, quindi, non resta che "imparare le regole del gioco. E poi giocare meglio di chiunque altro"! Albert Einstein

Prof.ssa Maricla Ruo

"Il primo movente che dovrebbe spingerci a studiare è il desiderio di accrescere l’eccellenza della nostra natura e di rendere un essere intelligente ancora più intelligente". (Montesquieu)

INTERVISTA A SARA CALDERISI

{wmv}Sara Calderisi{/wmv}

 

 


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright