The news is by your side.

Gargano/ Operazione mare sicuro il piano della Capitaneria

5

Controlli non solo ai «natanti» lungo le acque garganiche ma anche negli stabilimenti balneari del litorale.  I lidi ad esempio dovranno essere dotati di defibrillatori semiautomatici.

 

 L’estate incalza. Con la stabilizzazione delle condizioni meteo i riferimenti dei vacanzierista pure di fine settimana, vengono presi d’assaltò. Fra questi il mare innanzi tut­to. Il cui uso va fatto con le opportune precauzioni, si trattasse anche di un "in­nocuo" bagno. Le autorità preposte, ognuna per le rispettive competenze e responsabilità, sono chiamate a mettere in atto precise misure preventive peral­tro codificate da apposite leggi- e rego­lamenti. Fra queste misure preventive vi è anche il defibrillatore, un apparecchio salvavita che agisce sul cuore. In ossequio alla sua definizione ha salvato vite umane quando ce n’è stato bisogno e avendone là disponibilità. E’ grande quanto un I-Pad e costa poche centinaia di euro. Funziona in automatico emet­tendo scosse elettriche che riattivano il cuore che si sia improvvisamente arre­stato. Tempestivamente utilizzato può salvare in extremis dalla morte cardiaca improvvisa. Una evenienza purtroppo molto diffusa. Ogni anno sono 60 mila le persone colpite di tutte le età anche de­dite ad attività sportive: Fra gli stress a rischio, quello da mare è sempre-in ag­guato. Non più tardi del marzo scorso, un decreto del Ministero della salute. prevede, "la realizzazione di programmi regionali per la diffusione e l’utilizzo dei defibrillatori automatici esterni". Le Re­gione Puglia ha ottemperato a tale di­sposizione? La domanda l’ha posta il comandante della Capitaneria di porto di Manfredo­nia, capitano di fregata Marcello Luigi Notaro, giustamente preoccupato di ap­prontare tutto quanto necessario per ga­rantire a turisti e bagnanti vacanze si­cure e tranquille e pertanto protette. Ca­pitaneria di porto e Guardia costiera sul­le quali grava gran parte della sicurezza in mare. Non a caso il Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, attua in estate uno speciale programma aggiuntivo volto a tutelare le varie at­tività che si svolgono in mare. E’ l’ormai notissima operazione "Mare sicuro" che tante benemerenze ha riscosso e che an­che quest’anno sarà pronto a vigilare sui nostri mari. Il comandante Notaro pre­senterà martedì 16 prossimo (ore 11), presso la sede del porto turistico Marina del Gargano, il programma con le re­lative novità introdotte. Ma tornando al defibrillatore, a che punto è la sua dotazione negli stabili­menti balneari? A tal proposito il co­mandante della Capitaneria di porto di Manfredonia la cui giurisdizione si estende anche su tutto il Gargano frequentassimo, come noto, da milioni di turisti, ha inviato una "lettera di sen­sibilizzazione" alla Regione Puglia, alla Provincia di Foggia e ai sindaci di tutti i comuni rivieraschi, da Manfredonia a Lesina, con la quale si richiama quanto stabiliscono leggi e regolamenti in me­rito alla dotazione di defibrillatori se­miautomatici presso gli stabilimento bal­neari. Chiede pertanto quale sia "lo stato di implementazione della diffusione dei defibrillatori semiautomatici esterni" non senza evidenziare che il decreto mi­nisteriale "individua come criterio seri­minante di tale necessità! opportunità l’afflusso di utenti che in alcune località balneari del Gargano raggiungono sin­golarmente due milioni di presenze nell’arco della stagione estiva". Il comandante Notato richiama altresì la normativa che impone agli stabilimenti balneari la dotazione "di idonei sistemi di soccorso e di primo intervento sani­tario" tra cui per l’appunto il defìbril­latore. Una mancanza che consente alla civiche amministrazioni "di valutare la rivisitazione delle autorizzazioni delle concessioni di cui al Regolamento re­gionale n. 20/2005". Anche questa iniziativa – annota il comandante Notaro – è volta nell’esclu­sivo interesse/dovere di tutelare il fon­damentale diritto alla salute e dunque a favorire nell’imminente estate, un turi­smo sicuro e piacevole" .

 

 

 

—————————————————————————————————————–

Informazione pubblicitaria/ Fai pure le corna ma da noi il funerale costa 2.500euro

La Garganica Onoranze Funebri dei fratelli Pecorelli, munita di licenza di Pubblica Sicurezza, da oltre sessantanni, solleva la famiglia da ogni incombenza in un momento di confusione e smarrimento come quello del lutto. In particolare si occupa di trasporti nazionali ed internazionali, lavorazione lapidi, preparazione salma e servizi floreali.

Allestimento della camera ardente e preparazione della salma (vestizione, tanatoestetica).

Vasta scelta di cofani e casse, a seconda dei gusti e delle esigenze dei familiari e dei cari del defunto.

L’impresa funebre si occupa di fornire ai familiari tutte le informazioni sulla cremazione.
Funerali completi da 2.500euro compreso le spese cimiteriali della ditta appaltatrice

Contattaci senza impegno allo 0884/ 701740
                                              348/3978495

——————————————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright