The news is by your side.

Vico/ “Un pensiero per i cani randagi…e sarebbe ora!!”

4

Riceviamo e pubblichiamo.

 

 Al sig.  Presidente Regione Puglia
    Dr. Michele Emiliano
         
e. p.c,  Al Sig. Sindaco di Vico del Gargano

Spett.  Servizio Veterinario Area A FG di  Vico del Gargano

Con questa lettera vorremmo segnalarvi un fenomeno noto e triste che riguarda l’intero Sud Italia e la Puglia in particolare. Cioè la visione di cani alla deriva, abbandonati sulle strade, randagi di cui nessuno si occupa e preoccupa, destinati spesso a morte per stenti, sete, fame e malattia o sotto autoveicoli. Fonte essi stessi di incidenti stradali che costituiscono un pericolo oggettivo per chi in moto o in macchina percorre certe strade. Sarebbe opportuno diffondere una nuova coscienza animalista che non nuocerebbe anche a una visione di rispetto per tutti, animali e uomini. Ci viene in mente la Regione Emilia Romagna che ha abolito le catene per i cani. Abbandonarli a se stessi è l’altra faccia della medaglia, altrettanto avvilente e deplorevole. Sicuramente è importante occuparsi di questa questione, ne va del decoro del posto, dell’immagine che si da a chi proviene da Regioni in cui il randagismo è stato quasi sconfitto ed infine, ma non ultimo, della dignità di esseri sensibili, a cui bisogna evitare sofferenze e disagi inutili. Per tale motivo sarebbe giunto il momento storico che anche nel Sud si iniziasse a realizzare una sistema, anche a livello legislativo regionale e degli Enti locali, che ponesse fine al randagismo con i provvedimenti più opportuni del caso.
In particolare a Vico del Gargano, considerato un dei borghi più belli d’Italia, abbiamo notato la presenza di numerosi cani malnutriti e malati di grossa taglia. Questo nella Villa comunale.
 Sappiamo che a Vieste hanno quasi sconfitto il randagismo, grazie a un interessamento di persone sensibilizzate e quindi volontari, coinvolgendo anche anziani per l’affido di animali.    
La risoluzione di questo problema, va affrontato senza ulteriori attese per contribuire a riscattare, almeno in parte una terra, che spesso accoglie ma a volte chiude gli occhi su situazioni di degrado, come quelle segnalate.  Non a caso M.Gandhi sosteneva che “la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali”.
Nella speranza che qualcosa venga fatto per risolvere tale fenomeno porgiamo i più cordiali saluti.
                                                                                                       
                                                                                                           Giuliana Menchini
                                                                                                            Antonio Rinaldi

P.S. un particolare ringraziamento per il loro impegno al comandante della Polizia Municipale di Mattinata (FG) e al resp. ENPA di Manfredonia (FG)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright