The news is by your side.

S. Giovanni Rotondo/ Solidarieta’ a Longo e Mangiacotti del sindaco Pompilio

1

 Il sindaco Luigi Pompilio: “Vili attentati!” Dopo il tentativo di  mettere fuoco la casa di campagna del consigliere Mimmo Longo, nella notte scorsa è toccato all’ex sindaco Salvatore Mangiacotti subire un vile attentato dinamitardo presso la sua abitazione.

 

  Ad entrambi e alle rispettive famiglie va la mia solidarietà e vicinanza in questo momento difficile. Questa grave sequenza di attentati, desta sgomento e  preoccupazione nella nostra città . L’auspicio è che le forze dell’ordine assicurino presto alla giustizia i colpevoli di tali atti criminosi, così da porre fine a questo che sembra essere un ritorno alla strategia della tensione che purtroppo abbiamo già dovuto subire l’anno scorso. La concomitanza temporale di questi attentati all’ultimo tratto del mio mandato sindacale, ove si stanno realizzando tutti i grandi progetti sempre annunciati e mai realizzati nella storia del nostro comune, è motivo di particolare attenzione nelle componenti politiche della maggioranza che mi sostiene a Palazzo di Città. Il messaggio che voglio trasmettere alla nostra comunità cittadina è che la mia
 caparbietà e la forte e decisa convinzione della scelta fatta dai consiglieri di maggioranza di non interrompere in mio mandato sindacale per realizzare tutti i grandi progetti in cantiere (Fogna Bianca, PUG, Palazzetto dello Sport , Raccolta Differenziata, ecc.), non permetterà agli autori di questi vili atti criminosi di farci rinunciare ai nostri propositi, bensì daranno più forza e determinazione nella nostra azione amministrativa”.

 Intanto anche la Conferenza dei capigruppo riunita con celerità dal
 presidente dell’assise Mauro Cappucci  ha espresso solidarietà alle due
 vittime e dato mandato al sindaco per attivarsi presso le istituzioni:
 “Il sindaco si attiverà con il prefetto” ha spiegato Cappucci. “La
 conferenza di Capigruppo si è riunita questa mattina (mercoledì 1
 luglio) nella sala consiliare di Palazzo San Francesco. L’incontro
 urgente è scaturito dall’escalation di attentati nei danni di alcuni
 amministratori della città, in particolare, per l’attentato nei
 confronti  del consigliere comunale Mimmo Longo e del già sindaco
 Salvatore Mangiacotti, fratello del consigliere comunale Giuseppe
 Mangiacotti. La Conferenza dei Capigruppo condanna  questi episodi  che
 minano gravemente la democrazia e la serenità  di tutta la comunità ed
 esprime “all’unanimità” solidarietà e vicinanza nei confronti  di Longo,
 Mangiacotti e delle proprie famiglie. Il sindaco, su mandato della
 Conferenza dei capigruppo, si attiverà immediatamente per un incontro
 con il Prefetto. L’obiettivo è convocare il Comitato Provinciale della
 Sicurezza per analizzare e mettere in atto tutte le iniziative al fine
 di tutelare la sicurezza e l’ordine pubblico sull’intero territorio. La
 richiesta si rende ancora più urgente a causa di altri episodi
 delinquenziali che hanno turbato, nei mesi scorsi, la serenità cittadina
 nei confronti di singoli cittadini e attività imprenditoriali. La città
 necessita di particolari attenzioni affinché i pellegrini che la
 frequentano vivano il loro soggiorno in serenità e sicurezza.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright