The news is by your side.

“Sull’uso appropriato dei farmaci in Puglia formazione anno zero”

10

Abbaticchio (Agenzia del farmaco): “occhio agli ospedali dismessi. Meglio chiuderli se non hanno più strumentazione”.

 

 «La Regione Puglia (cosi’ come stanno facendo alcune re­gioni del Nord) dovrebbe inizia­re a individuare le aree di in­teresse, quale quadro di pro­grammazione-articolato e plu­riennale, in cui avviare speci­fiche attività per migliorare la sicurezza dei medicinali oggi di­sponibili sul territorio regiona­le e incentivare l’appropriatezza dell’uso dei farmaci di recente immissione sul mercato». A lan­ciare l’allarme- il Consigliere d’amministrazione dell’ Agen­zia nazionale del farmaco, Lu­dovico Abbaticchio. «Le iniziative – dice – dovran­no riguardare la promozione dell’uso sicuro e appropriato dei medicinali attraverso corsi di formazione destinati a tutti gli operatori sanitari (anche di residenze sanitarie protette, Rsa, Adi, farmacie aperte al pubbli­co) e iniziative di informazione indipendente nell’ambito delle strutture sanitarie del Servizio sanitario regionale (Ssr) sia a livello territoriale che ospeda­liero; la prevenzione delle rea­zioni avverse e interazioni. in ambito territoriale, con parti­colare riferimento alla residenzialità e semiresidenzialità, e ospedaliero; la promozione di stili di vita sani e miglioramen­to dell’aderenza alle terapie». Parallelamente a queste attività, le disposizioni prevedono di passare all’informatizzazio­ne dei processi di gestione delle allerte di farmaci e vaccini; di prescrizione e segnalazione di sospette reazioni (Adr) avverse in ambito ospedaliero; di messa in sicurezza dell’allestimento dei medicinali oncologici nell’ottica del miglioramento continuo della sicurezza degli operatori e dei pazienti; di mi­glioramento dell’impiego cor­retto e razionale dei medicina­li. «Per realizzare le progettua­lità individuate – spiega Abba­ticchio – la direzione regionale della Salute potrà continuare ad avvalersi della collaborazione delle strutture già individuate in precedenza, ovvero degli enti del Ssr che abbiano maturato una significativa esperienza in specifiche aree di interesse, nonché di altri enti pubblici ed Università con specifiche com­petenze nell’ambito della farmacologia, farmaco epidemiolo­gia e farmacovigilanza. Le fonti di finanziamento per l’attuazio­ne del programma di farmaco­vigilanza attiva derivano dal ministero della Salute e dall’ Ai­fa, Agenzia Italiana del Farmaco. Questo lavoro – evidenzia il consigliere d’amministrazione – si deve inserire in un percorso di rivisitazione sia dei servizi distrettuali e domiciliari, sia attraverso la chiusura di ospe­dali che ormai sono più dannosi per i cittatini, non per colpa de­gli operatori ma per via ormai di una assenza di strumentazio­ni idonee e moderne compreso il rinnovo numerico e qualitativo di tutto il personale socio-sani­tario e amministrativo». La Puglia ha bisogno di tutte le competenze e le conoscenze che esistono nel suo territorio e anche fuori da esso. «È compito di chi ora governa – conclude Abbaticchio – avviare da subito questo processo di modernizza­zione che la precedente fase di governo sanitario pugliese ha visto non realizzarsi per assen­za della politica in questo de­licatissimo settore. Per cui au­guro al neopresidente Michele Emiliano un buon e duro lavo­ro».

 

 

 

—————————————————————————————————————–

Informazione pubblicitaria/“Io amo il panorama al Seggio, ma ho bisogno di un drink per seguirlo”

Carpenter wine bar – bistrot – Credi di poter trovare ovunque paesaggi naturali come da noi?

Carpenter wine-bar, bistrot, paposceria e panineria con veranda panoramica al largo Seggio, nel Centro storico di Vieste. I nostri vini preparano i cuori e li rendono più pronti alla passione.
TI ASPETTIAMO!

Non perderti l’esclusivo mercoledì JAZZ

Questa settimana: JAZZ CONVERSATION DUET

Info: 320/6989512

——————————————————————-


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright