The news is by your side.

Scuola/ “La Puglia rischia 486 cattedre”

5

Con un tweet sul suo profilo ufficiale il ministero dell’Istru­zione ha annunciato la firma con­cessa lunedì sera dal presidente della Repubblica, Sergio Matta­rella, sulla riforma della scuola approvata in via definitiva dalla Camera giovedì scorso.

Un passaggio accolto da Stefania Gian­nini con «grande soddisfazione» e con un ringraziamento sentito sul piano istituzionale» nei con­fronti del Capo dello Stato. Nel frattempo, però, la protesta non si arresta a sono i Cinque Stelle a ricordare che «La Buona Scuola» si abbatte anche sulla Pu­glia. «Con la perdita di 486 cat­tedre, si registra un taglio di posti per gli insegnanti pari addirittu­ra al 22,6% sul totale nazionale». Gli otto consiglieri regionali M5S ed il deputato barese Giuseppe Brescia (M5S) della commissione cultura sostengono che «questo provvedimento oltre ad indebo­lire la scuola pubblica, continua ad umiliare gli insegnanti ed in particolare quelli pugliesi che sa­ranno tra i più penalizzati dell’in­tero Paese. A settembre la scuola italiana sarà gettata nel caos più totale e la Puglia in particolare ne pagherà le conseguenze». Le 100 mila assunzioni «tanto sbandierate dal Governo» per l’anno 2015/16 «sono state dimez­zate. Quelle vere da settembre sono circa 40.000 mentre il resto so­no contratti virtuali con decor­renza giuridica dell’a.s. 2015/16, ma cattedre e stipendio rinviate a data da destinarsi». Per questo il prossimo anno «sarà uno dei più difficili, di certo non sarà stata eliminata la "supplentite" e ce ne accorgeremo subito, e poi, con i tagli del personale ATA e i servizi di pulizia ancora esternalizzati non serviranno a nulla i superpoteri conferiti ai presidi – dicono che dovranno fare i salti mortali per portare avanti la carretta». I parlamentari 5 Stelle avevano proposto di realizzare un piano di assunzioni pluriennale, che pre­vedesse il reclutamento dei do­centi abilitati iscritti sia nelle gra­duatorie ad esaurimento, sia nel­le graduatorie di istituto. «Abbia­mo proposto – continua il deputato barese – di assumere sull’in­tero fabbisogno territoriale equi­valente, le circa 70.000 cattedre che ancora una volta saranno affidate a supplenze annuali con scadenza al 30 giugno. Abbiamo quantificato gli oneri e dimostra­to che rispettando lo stanziamen­to del Governo avremmo potuto assumere nell’a.s. 2015/16 160.000 docenti riducendo di 10.000 unità i posti per il potenziamento ma coprendo l’intero fabbisogno di or­ganico delle istituzioni scolasti­che italiane. Abbiamo anche pro­posto di assumere sui soli posti di fabbisogno territoriale (70.000) rinviando l’attuazione dell’orga­nico di potenziamento (48.000) co­sì risparmiando 1,5 miliardi nel 2015 e 2,5 nel 2016».  

 

 

 

————————————————————————————-
 
Informazione pubblicitaria/ Scopri la gran convenienza di FRUTTISSIMA

Da Fruttissima le occasioni all’ingrosso e al minuto che aspettavi.
Alcune delle mille offerte del momento:
Angurie 0,30 al kg
Meloni 0,50
Ramato 0,60
Patate 0,30
Tanti differenti prodotti: dalla frutta, alla verdura al vino, patate, carote, legumi a prezzi all’ingrosso.

Nuovo Cash& Carry Fruttissima in via Bovio,6
I tuoi acquisti anticrisi.

Convenienza Fruttissima per il tuo ristorante, albergo.

—————————————————————————————————————


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright