The news is by your side.

70 anni di emozioni: la nascita dell’A.S. Manfredonia, attraverso ricordi e testimonianze

6

 

A cura di Giovanni e Giuseppe Ognissanti, con la collaborazione di Pasquale Ognissanti, per l’Archivio Storico Sipontino – Manfredonia
Il volume “70 anni di emozioni”, curato da Giovanni e Giuseppe Ognissanti, con la collaborazione di Pasquale Ognissanti, per l’Archivio Storico Sipontino, riguarda i primi dieci anni dell’attività calcistica a Manfredonia (1932-1941) ed è il primo volume, al quale ha fatto seguito l’inverno scorso, il secondo volume, MANFREDONIA NEL PALLONE (1942-1972).

Gli autori, dato l’enorme successo dell’edizione del 2014, hanno riscontrato che molti lettori non avevano potuto leggere la prima edizione, e così si è deciso di rieditarla con qualche modifica e aumentando il formato.
L’opera, in bella veste tipografica (per i tipi di Digicopas di Manfredonia), manifesta appieno tutta la sconvolgente avventura del calcio sipontino negli anni pionieristici, con la militanza per cinque anni, in serie C.
La silloge, ricca di cronache giornalistiche, è stata reperita in tutte le biblioteche ed emeroteche provinciali e meridionali,  e fornitissima di corredo fotografico (circa 160 foto).
Il volume mette in evidenza l’enorme importanza raggiunta dalla formazione sipontina nel calcio a livello nazionale, con le sfide contro numerose formazioni di rango, quali Cagliari, Salernitana, Catania, Anconetana, Lecce, Messina, ecc. Inoltre fa luce sui nomi degli allenatori finora poco noti, quali: Koenig (anche allenatore del Milan), Plemich, Koenig, Piselli Pietro; o calciatori assunti poi alla ribalta nazionale quali: Botti, Stua (nel 1943 fu vice campione d’Italia con il Livorno alle spalle del grande Torino), De Angelis, Carta, Kazianka, ecc.
Insomma, un passato a dir poco esaltante, e non meno importanza hanno le testimonianze di molti ex giocatori che hanno dato la loro gioventù ai colori sipontini per puro spirito agonistico.
Un libro testimonianza, che, con obiettività e vero acume pubblicistico, ha cercato di dare uno spaccato della vita socio-politico-sportiva sipontina negli altri ’30, quando ancora si giocava in piazza Duomo, o sulla spiaggia, o in una cava, poi assurta a dignità di Stadio. Ed i nomi dei giocatori, degli allenatori e dei dirigenti si affollano, si accavallano, con i loro volti sorridenti, raggianti di vitalità. E, così, la cronaca si fa storia e la stessa storia viene scolpita sulla roccia del “Miramare”, al quale non farebbe disdoro se si accoppiasse anche il nome dei “Ragazzi del 1932”, che, con le proprie mani, hanno bonificato gli acquitrini di quella cava di pietra, pur di avere un campo dove giocare. Ed oggi a più di ottant’anni, di distanza, questo libro rende ragione degli sforzi compiuti, da parte di chi (i fratelli Nasuto, Michele Bissanti, ecc.) ha dato alla città un blasone calcistico davvero invidiabile. Il volume è di 144 pagine, formato A4, prezzo €10,00, ed è disponibile presso tutte le librerie di Manfredonia, a partire dal 10 agosto p.v.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright